Zooey Zephyr, i Repubblicani escludono la deputata trans dalla Camera

"Quando qualcuno si alza e chiede i propri conti per il danno che causano, per le morti che causano, vogliono il silenzio. E non saremo complici del nostro sradicamento”

ascolta:
0:00
-
0:00
zooey zephyr montana
2 min. di lettura

Negli Stati Uniti l’attacco dei repubblicani alla comunità trans* continua inesorabile, fino ad attaccare le cariche politiche. L’ultima vicenda, già virale, è quella di Zooey Zephyr, 34enne democratica che lo scorso anno è diventata la prima donna transgender ad essere eletta nella legislatura del Montana.

La Camera del Montana è dominata dai repubblicani, che hanno approfittato di un discorso di Zephyr per escluderla dai lavori di questa sessione legislativa e fino a fine anno. In queste settimane è in corso una sessione di dibattiti circa le nuove proposte di legge e i decreti che dovranno essere attuati. Sul tavolo, la Camera stava discutendo anche di una legge che vietasse l’assistenza sanitaria per l’affermazione di genere.

Prendendo parola al dibattito, Zooey Zephyr aveva lanciato una provocazione, parlando delle mani insanguinate dei repubblicani. Nello specifico, Zooey aveva auspicato che i repubblicani, chinandosi a pregare, vedessero il sangue sulle proprie mani. Il riferimento era a uno studio che dimostrava come garantire l’assistenza alla transizione di genere nellə adolescenti trans* può ridurre i casi di suicidio tra i giovani.

Le parole di Zephyr sono state ritenute troppo violente e così, con un voto di 68 contro 32, la deputata è stata esclusa dai lavori della Camera: potrà votare a distanza ma non potrà presenziare in aula e partecipare ai dibattiti fino a fine anno. Questa la motivazione fornita: “Lunedì, questo organo ha visto uno dei suoi membri partecipare a una condotta che ha interrotto e disturbato l’ordinato procedimento di questo organo… mettendo i legislatori, il personale e persino le nostre pagine a rischio di danni”.

La risposta di Zephyr non si è fatta attendere, e durante i cinque minuti di parola prima del voto ha dichiarato:

Ho ricevuto chiamate da famiglie del Montana, inclusa una famiglia la cui adolescente trans ha tentato di togliersi la vita mentre guardava un’udienza su uno dei progetti di legge anti-trans. Quindi, quando mi sono alzata e ho detto ‘c’è del sangue sulle tue mani’, non ero iperbolica”.

“Se usi il decoro per mettere a tacere le persone che ti ritengono responsabile, tutto ciò che stai facendo è usare il decoro come strumento di oppressione”

La mossa della Camera del Montana ha subito creato indignazione, anche online, dove è arrivato il sostegno della comunità LGBTQIA+. Nella giornata del voto, sette persone sono state arrestate mentre manifestavano nella galleria della Camera contro la decisione di escludere Zephyr dai lavori.

Intervistata fuori dalla Camera, Zooey Zephyr ha dichiarato: “Quando qualcuno si alza e chiede i propri conti per il danno che causano, per le morti che causano, vogliono il silenzio. E non saremo complici del nostro sradicamento”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24

Continua a leggere

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo - stella cadente 2 - Gay.it

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo

News - Redazione Milano 13.11.23
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
pronomi comunuità lgbtqia+ chiamami con il mio pronome

“Chiamami con il mio pronome”, perché i pronomi sono importanti per le persone LGBTIQA+?

Guide - Redazione Milano 16.11.23
Jacob Elordi Frankestein Giullermo Del Toro

Jacob Elordi sarà Frankenstein nel 2024, cosa sappiamo del cult queer diretto da Guillermo Del Toro.

Cinema - Redazione Milano 8.1.24
Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
incontro-ambasciata-americana-diritti-lgbt

Condizioni della comunità LGBTIQ+ in Italia, così l’alleato USA è stato informato

News - Francesca Di Feo 29.9.23
agedo

‘Il coming out è solo il primo step’, la storia di Andrea e suo figlio trans Alexein

Corpi - Riccardo Conte 19.9.23
Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che "lascerà Hollywood" per buttarsi in politica - Angelica Ross di Pose - Gay.it

Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che “lascerà Hollywood” per buttarsi in politica

Cinema - Redazione 26.9.23