Caso Morisi, parla uno degli escort: “Abbiamo portato noi il GHB, la mia vita è distrutta”

"Penso alla morte, ho bisogno di uno psicologo. Questo è un lavoro brutto e difficile. Lo faccio per soldi, per necessità, lo faccio per vivere e per mantenere tutta la mia famiglia".

Caso Morisi, parla uno degli escort: "Abbiamo portato noi il GHB, la mia vita è distrutta" - Caso Morisi - Gay.it
2 min. di lettura

Alexander, nome d’arte, è uno dei due ragazzi di nazionalità romena che hanno partecipato all’ormai celebre “festino” di metà agosto nel cascinale di Belfiore di Luca Morisi, ex spin doctor della Lega. Intervistato da La Stampa, il giovane ha di fatto scagionato l’ex capo della Bestia social salviniana dall’accusa di spaccio. “Siamo stati io e Nicolas a portare la droga dello stupro a casa di Luca Morisi“, rivela Alexander, riferendosi al GHB che secondo l’altro ventenne era stato dato loro proprio da Morisi.

21enne arrivato dalla Romania che era poco più di un ragazzino, Alexander ha fatto le scuole in Italia e lavorava in un bar, prima che la pandemia ‘stravolgesse’ la sua esistenza. “Non avevo più soldi per vivere e nemmeno soldi da mandare a casa. Io mantengo tutta la mia famiglia”. Il giovane diventa così escort. La notte in cui Morisi chiama Nicolas, Alexander è insieme all’amico. I due non sanno chi sia il 47enne Luca. “Quello che posso dire è che Morisi con noi è stata una brava persona. Si è comportato bene. Non ha sbagliato niente”. Ma tutto precipita perché Nicolas chiama i carabinieri, dopo 12 ore di alcool e droghe. E da allora la vita di tutti i protagonisti di questa vicenda cambia per sempre. “Sto male, sono senza una lira e nessuno mi vuole più incontrare. Non lavoro. È tutto finito. La mia vita è distrutta. Da quando sul giornale La Verità hanno pubblicato il mio nome, la mia faccia e ogni cosa di me io sono all’inferno. Prima quei giornalisti si erano finti clienti e mi hanno chiesto anche il codice fiscale per il pagamento. Quando mi hanno detto chi erano davvero io li ho richiamati in lacrime. Li ho pregato di non mettere il mio nome, li ho scongiurati di non mettere la foto con la mia faccia. Ho detto che mi sarei ammazzato. Ma loro se ne sono fregati. Adesso non mi chiama più nessuno. Non ho manco i soldi per fare la spesa. Nessuno si fida più di me. Il telefono non squilla più. Mi chiamano solo giornalisti che si fingono clienti”.

Una notizia, quella delle 12 ore al cascinale, che Alexander e Nicolas non hanno mai fatto trapelare. “Non siamo stati noi a parlarne con qualcuno. Il nostro lavoro si basa sulla discrezione. Ora siamo distrutti”. “Penso alla morte, ho bisogno di uno psicologo. Questo è un lavoro brutto e difficile, non è che uno lo fa per comprarsi la roba di Louis Vuitton. Lo faccio per soldi, per necessità, lo faccio per vivere e per mantenere tutta la mia famiglia”.

Presto anche Alexander sarà chiamato in procura, a Verona. Ufficialmente non risulta tra gli indagati. Il GHB è stato trovato in una bottiglietta di succo di frutta nello zaino di Nicolas. La cocaina nascosta tra i libri. I quantitativi erano minimi, non tali da presupporte il reato di spaccio e/o quello di cessione di sostanze stupefacenti. La palla passa ora alla procuratrice Angela Bargaglio e al pm Stefano Aresu.

SUL CASO LUCA MORISI:

Le chat tra Morisi e i due ragazzi

Qui ricordiamo quando la Lega, Salvini e la Bestia di Luca Morisi hanno abusato di noi LGBTQ+

Pietas per Luca Morisi, per il suo karma e per quelli come lui

Le contraddizioni del presunto escort e le foto che lo ritraggono a Dubai 

Quando Luca Morisi invocava le orge gay con consumo di droga come un insulto

Un modo sbagliato per raccontare il caso Morisi

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24

Leggere fa bene

donald-trump

Cancellata la norma voluta da Donald Trump che consentiva ai medici di negare le cure ai pazienti LGBT+

News - Redazione 12.1.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di 'Stati Uniti d'Europa': "Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell'UE"" - Matteo Di Maio Europa - Gay.it

Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di ‘Stati Uniti d’Europa’: “Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell’UE””

News - Federico Boni 21.5.24
Marilena Grassadonia Intervista Elezioni Europee 2024 Verdi e Sinistra Italiana

Europee 2024, intervista a Marilena Grassadonia: “Pace, ambiente, battaglie transfemministe e del movimento LGBTQIA+”

News - Federico Boni 16.5.24
Chi è Marilena Grassadonia candidata alle Elezioni Europee con Verdi e Sinistra Italiana - grassadonia - Gay.it

Chi è Marilena Grassadonia candidata alle Elezioni Europee con Verdi e Sinistra Italiana

News - Redazione 6.5.24
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Elly Schlein

Donne LGBTI+ e politica: pregiudizi, molestie, violenze, così la resistenza patriarcale tenta di dissuaderle

News - Francesca Di Feo 29.3.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Samuele Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24