La Francia ufficializza il divieto alle terapie di conversione (e in Italia nulla si muove)

Multe fino a 30.000 euro e due anni di prigione per i trasgressori che proveranno a "guarire" le persone LGBTQ+.

La Francia ufficializza il divieto alle terapie di conversione (e in Italia nulla si muove) - eiffel - Gay.it
2 min. di lettura

Se la politica italiana se ne disinteressa, la Francia è diventato l’ultimo Paese al mondo ad aver ufficialmente vietato le cosiddette ‘terapie di conversione‘. Il voto parlamentare è diventato realtà il 14 dicembre, con 305 voti a favore e 28 contrari. Multe fino a 30.000 euro e un massimo di due anni di prigione per i trasgressori che attueranno “pratiche, comportamenti o commenti reiterati volti a modificare o reprimere l’orientamento sessuale o l’identità di genere, veri o presunti, di una persona e aventi l’effetto di nuocere al suo fisico o salute mentale”.

La ministra francese per le pari opportunità, Elisabeth Moreno, si è detta “molto felice di questo accordo”, sottolineando come “essere se stessi” non sia “un crimine”. “L’omosessualità e la transidentità non sono malattie che possono essere curate. Non c’è nulla da curare”.

Il dibattito politico francese ha coinvolto anche le cosiddette TERF, in guerra contro il divieto perché all’interno del testo contenente un riferimento all’identità di genere. Le attiviste femministe trans-escludenti hanno chiesto l’esclusione delle persone transgender dal divieto della terapia di conversione, perché a loro dire quel termine (identità di genere, ndr.) sarebbe “sfocato e mal definito”, introdurrebbe “confusione nel diritto” e minaccerebbe “i diritti” delle donne.

La relatrice del testo in Senato Dominique Vérien (Unione centrista) ha accolto con favore l’accordo raggiunto in commissione. “Sono felice perché questa legge tiene conto di questo fenomeno e lo definisce un reato”. Anche la senatrice socialista Marie-Pierre de La Gontrie ha voluto applaudire “il lavoro transpartisan su queste insostenibili pratiche che tuttavia esistono ancora in Francia”.

La Francia segue quanto già fatto da Brasile, Ecuador, Malta, Albania e Germania. Nel frattempo, altri 11 Paesi, tra cui Nuova Zelanda, Canada, Finlandia, Regno Unito, Messico e Spagna, stanno cercando di introdurre un divieto ad hoc. In Italia, come detto, tutto tace.

Le associazioni LGBTQ+ da tempo chiedono una legge specifica contro simili barbarie, senza ottenere reale interesse da chi siede in parlamento. L’ONU ha definito “torture” le terapie riparative, sottolineando come gli “effetti combinati del sentirsi impotenti e dell’estrema umiliazione” generino “profondi sentimenti di vergogna, colpa, disgusto di sé e senso di inutilità, che possono portare a una concezione di sé danneggiata e a cambiamenti duraturi della personalità”.

L’Italia non dispone di leggi che vietino tali pratiche nonostante in passato sia stata presentata una proposta a prima firma Sergio Lo Giudice, depositata nel corso della XVII Legislatura ma mai discussa.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Paola Turci e Francesca Pascale hanno sciolto la loro unione civile

News - Redazione 18.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24

Leggere fa bene

Gaynet - campagna terapie riparative

L’oppressione nascosta, terapia riparativa per una persona LGBTIQ+ su quattro, il dato shock dell’Unione Europea

News - Redazione Milano 15.5.24
CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la difesa dei diritti - PROTOCOLLO DINTESA CGIL CON LE ASSOCIAZIOINI LGBTQIA 0 - Gay.it

CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la difesa dei diritti

News - Redazione 26.6.24
turchia-libri-censura

Turchia, libri su teorie riparative e correlazione tra omosessualità e pedofilia negli scaffali delle biblioteche pubbliche

News - Francesca Di Feo 5.2.24
Karla Sofía Gascón denuncia Marion Maréchal Le Pen per insulti transfobici dopo il trionfo a Cannes 2024 - Karla Sofia Gascon denuncia Marion Marechal Le Pen per insulti transfobici dopo il trionfo a Cannes 2024 - Gay.it

Karla Sofía Gascón denuncia Marion Maréchal Le Pen per insulti transfobici dopo il trionfo a Cannes 2024

Culture - Redazione 31.5.24
aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
Famiglie Arcobaleno, Corte d'Appello di Venezia "congela" i ricorsi di Padova: "Si pronunci la Corte Costituzionale" - Famiglie Arcobaleno - Gay.it

Famiglie Arcobaleno, Corte d’Appello di Venezia “congela” i ricorsi di Padova: “Si pronunci la Corte Costituzionale”

News - Redazione 11.7.24
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24