Lizzo risponde alle accuse di molestie: “Non sono una vittima ma nemmeno la cattiva in questa storia”

La cantante ha definito le false accuse come 'oltraggiosi sensazionalismi'.

ascolta:
0:00
-
0:00
@lizzobeeating
@lizzobeeating
2 min. di lettura

Nelle ultime ore è bufera per Lizzo: la cantante insieme alla coreografa Shirlene Quigley è stata accusata da tre ex ballerine di velato body shaming, orari di lavoro strazianti, molestie sessuali, e imposizioni religiose.

Si è aggiunta anche la regista Sophia Nahli Allison, che nel 2019 avrebbe dovuto dirigere il documentario di Lizzo,  ma se n’è andata dopo due settimane per l’atteggiamento “arrogante, egocentrica, e scortese” dell’artista.

Dopo la risposta di Quigley (che ci ha ricordato solo che ‘Dio ci ama’ e quindi va tutto bene), anche Lizzo ha replicato alle accuse, definendole ‘inverosimili come sembrano‘ e ‘troppo oltraggiose per non rispondere‘.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lizzo (@lizzobeeating)

Questi ultimi giorni sono stati così difficili da far venire il volta stomaco e immensamente deludenti. L’etica del mio lavoro, la mia morale, e rispetto sono state messe in discussione. Il mio personaggio è stato criticato” scrive la cantante su Instagram, chiamando le accuse delle ‘storie sensazionalizzate’ provenienti da dei dipendenti che hanno già pubblicato ammesso di avere un ‘comportamento inappropriato e poco professionale’.

Lizzo parla della passione per il suo lavoro e di prendere la sua arte molto seriamente, spiegando che nonostante le alte richieste non ha mai voluto far sentire nessuno a disagio: “Perché alla fine voglio solo mettere fuori l’arte migliore che rappresenti me e i miei fans. Con la passione arriva anche il duro lavoro e gli alti standard”.

Non voglio essere vista come la vittima, ma sono nemmeno la cattiva che i media che hanno ritratto in questi giorni” sottolinea Lizzo, dichiarando di essere sempre stata aperta riguardo la sua sessualità e l’espressione di sé ma di non accettare che alcune persone prendono la sua ‘apertura’ per farla apparire qualcosa che non è. “Non c’è nulla che prendo più seriamente del rispetto che noi donne meritiamo nel mondo. So cosa significa subire body shaming quotidianamente e non farei assolutamente nessun commento o licenzierei una dipendente per il suo peso“.

Lizzo conclude ringraziando tutte le persone che le sono state vicine in questi giorni, dichiarando di essere ferita, ma che “non lascerà che il suo duro lavoro nel mondo verrà eclissato da questo“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

dua lipa

Dua Lipa è tornata e fa magie: guarda il video di Houdini

Musica - Redazione Milano 10.11.23
Photograph: EPA (THE GUARDIAN)

Patti Smith su sessualità e genere: “Non importano le etichette, quello che conta è la libertà”

Musica - Redazione Milano 3.10.23
Paola Iezzi

Siamo tuttə regine con Paola Iezzi, ascolta il nuovo singolo

Musica - Redazione Milano 13.11.23
Sanremo 2024 serata duetti, le nostre cover preferite: trionfo Angelina, ma vince Geolier - photo1707525653 - Gay.it

Sanremo 2024 serata duetti, le nostre cover preferite: trionfo Angelina, ma vince Geolier

Musica - Federico Colombo 10.2.24
Questioning: 10 celebrità che hanno avuto il coraggio di dire "non lo so" - cover - Gay.it

Questioning: 10 celebrità che hanno avuto il coraggio di dire “non lo so”

Corpi - Francesca Di Feo 13.12.23
Dua Lipa per Rolling Stone (2024)

Dua Lipa: tutto quello che sappiamo sul nuovo album

News - Redazione Milano 17.1.24
madonna elton

Perché Elton John si complimenta con Madonna: è finita la faida?

Culture - Redazione Milano 31.10.23
timothee sul

Timothée Chalamet interpreta Troye Sivan al Saturday Night Live

Culture - Redazione Milano 13.11.23