Omobitransfobia, i leader del Consiglio d’Europa e dell’UE mettono in guardia sull’arretramento dei diritti LGBTQIA+

In vista del 17 maggio, l'Europa chiede agli stati membri di non arretrare sui diritti LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
Omobitransfobia, i leader del Consiglio d'Europa e dell'UE mettono in guardia sull'arretramento dei diritti LGBTQIA+ - Europa gay - Gay.it
2 min. di lettura

Katrín Jakobsdóttir, Prima Ministra dell’Islanda, Bjørn Berge, Vice Segretario Generale del Consiglio d’Europa, e Helena Dalli, commissaria europea per l’uguaglianza, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in vista della Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia, celebrata come ogni anno il 17 maggio.

La dichiarazione è stata pronunciata ieri, durante il Forum IDAHOT+ organizzato nell’ambito della Presidenza islandese del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa.

Mentre le visionarie politiche europee ci stanno guidando verso un cambiamento positivo senza precedenti e i diritti delle persone LGBTI vengono rafforzati in molti Paesi europei più velocemente di quanto si sarebbe potuto immaginare solo un decennio fa, non possiamo ignorare un continuo regresso dei diritti umani e una continua polarizzazione in Europa con allarmante incitamento all’odio LGBTI-fobico, discriminazione e talvolta persino violenza“, hanno tuonato Jakobsdóttir, Berge e Dalli, per poi proseguire.

Siamo riuniti a Reykjavik in occasione del Forum IDAHOT+, ospitato dalla Presidenza islandese del Consiglio d’Europa, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia, la transfobia e l’intersessualità della prossima settimana. Questa assemblea annuale dei governi europei, delle organizzazioni internazionali ed europee, delle organizzazioni internazionali della società civile e del mondo accademico è un’opportunità unica per dare uno sguardo positivo ma intransigente allo stato dei diritti delle persone LGBTI in tutto il nostro continente, misurare i progressi, identificare le carenze e osservare tendenze. Mentre ci chiediamo cosa si dovrebbe fare di più, il tema IDAHOT di quest’anno sembra suggerire gli ingredienti chiave: “insieme sempre, uniti nella diversità”. Il Forum offre uno spazio accogliente per mettere tutto questo in pratica e plasmare i successi di domani“.

Ed è qui che Jakobsdóttir, Berge e Dalli hanno elencato i prossimi passi da effettuare.

– Proteggere e rendere possibile il lavoro indispensabile dei difensori dei diritti umani LGBTI e degli attori della società civile;
– Basarsi sulle alleanze storiche che uniscono i movimenti LGBTI per contrastare i tentativi di frammentazione dei diritti umani universali;
– Dimostrare leadership politica ed esibire pratiche nazionali che ispirino il processo decisionale a livello europeo per far progredire l’uguaglianza delle persone intersessuali;

– Promuovere buone pratiche per contrastare i discorsi dell’odio contro i giovani LGBTI e favorire l’inclusione nelle scuole;

Il forum IDAHOT+ è il principale evento annuale volto a promuovere collettivamente i diritti delle persone LGBTI in tutta Europa. È organizzato a livello europeo dalla Rete europea dei punti focali governativi LGBTI (EFPN) ed è sostenuto dall’Unità SOGI del Consiglio d’Europa per rafforzare la cooperazione europea sulle politiche di parità SOGIESC. Il Forum riunisce responsabili politici europei, organizzazioni intergovernative e organizzazioni della società civile che valutano i diritti delle persone LGBTI in Europa durante l’anno precedente.

Nella giornata di ieri è stata ufficializzata la Rainbow Europe Map 2023, che vede l’Italia al 34° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - Elezioni Europee ecco i 26 candidati italiani - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24

Continua a leggere

Alessandro Zan PD Elezioni Europee

Europee 2024, intervista ad Alessandro Zan: “Faremo l’Europa più politica, Meloni come Orban, Vannacci come il Ku Klux Klan”

News - Federico Boni 15.5.24
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
donna-transgender-arrestata-hong-kong

Hong Kong, attivista transgender arrestata con un pretesto e detenuta in condizioni disumane

News - Francesca Di Feo 29.2.24
Giornata omobitransfobia Girogia Meloni

Giornata contro l’omobitransfobia, le parole di Meloni e il post propaganda di Atreju

News - Giuliano Federico 17.5.24
Leo Varadkar, il primo storico premier gay d'Irlanda si è dimesso: "Ragioni politiche e personali" - Scaled Image 100 - Gay.it

Leo Varadkar, il primo storico premier gay d’Irlanda si è dimesso: “Ragioni politiche e personali”

News - Redazione 21.3.24
Nex Benedict

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24