Salvini in Polonia umiliato persino dal sindaco di destra di Przemysl: “Venga a condannare Putin”

Una scenetta imbarazzante che ha rimarcato la pochezza politica di un uomo che continua a girare su sè stesso, in base a dove tira il vento. Collezionando figuracce.

ascolta:
0:00
-
0:00
Salvini in Polonia umiliato persino dal sindaco di destra di Przemysl: "Venga a condannare Putin" - Salvini in Polonia - Gay.it
2 min. di lettura

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da la Repubblica (@larepubblica)

Dopo aver passato anni a lodare Vladimir Putin, tanto da preferirlo a Sergio Mattarella, dichiarato guerra ai rifugiati in arrivo dall’Africa e sostenuto la difesa armata dinanzi a ladri eventuali, da due settimane Matteo Salvini indossa gli abiti del pacificatore contrario ai conflitti, alle armi, favorevole all’accoglienza e ora desideroso di fare qualcosa cosa a sostegno del popolo ucraino.

Anche per questo motivo è inutilmente volato in Polonia, dopo essere stato smentito da Caritas e Croce Rossa che erano state da lui tirate in mezzo su un eventuale approdo in Ucraina, “per aiutare queste donne, bimbe, madri e nonne è un dovere per ciascuno di noi”, arrivando a Przemysl, cittadina polacca situata a pochi km dal confine ucraino. Peccato che ad attendere il leader leghista, a dir poco accigliato, ci fossero alcuni italiani che l’hanno fischiato ma soprattutto il sindaco di centrodestra Wojciech Bakun, che ha letteralmente umiliato l’ex ministro dell’interno. Un primo cittadino che fa parte di un movimento di destra nazionalista e populista, che ha mostrato una t-shirt bianca con il volto di Vladimir Putin che proprio Salvini indossò a Mosca, anni or sono, con tanto di foto ricordo social, per poi rivolgersi così al senatore leghista: “Io non la ricevo, venga con me al confine a condannarlo”.

A quel punto Salvini, al cospetto di telecamere, microfoni e fotografi, ha provato a replicare con un imbarazzato e imbarazzante inglese (12 anni da Europarlamentare), mentre gli italiani presenti gli gridavano “buffone, sei un pagliaccio, vai a casa, vergognati“.

Una scenetta agghiacciante che ha rimarcato la pochezza politica di un leader politico che continua a girare su sè stesso, in base a dove tira il vento, collezionando figuracce mentre prova a raccattare consensi e voti persino sulla pelle di chi da due settimane vive sotto i missili del suo tanto amato Vladimir Putin, per un decennio idolatrato e ora scaricato come se fosse l’ultimo degli scappati di casa.

E Giorgia Meloni, che continua a portargli via elettori, se la ride.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24
Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: "Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso" - Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out - Gay.it

Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: “Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso”

News - Redazione 19.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il "Super Bowl di Grindr" (VIDEO) - grindr repubblicani - Gay.it

La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il “Super Bowl di Grindr” (VIDEO)

News - Federico Boni 19.7.24
Alberto Matano e il marito Riccardo Mannino

L’estate 2024 di Alberto Matano tra sole, amore e nuove avventure letterarie: le foto social

Culture - Luca Diana 19.7.24
Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. "Appello per riconoscere gli aggressori" - Roma pestaggio choc a coppia gay. Frustate e pugni. Lo sconvolgente video - Gay.it

Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. “Appello per riconoscere gli aggressori”

News - Redazione 19.7.24

Leggere fa bene

stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Stati Uniti, la Carolina del Sud diventa il 25° stato USA a bandire le terapie affermative per l* minori trans

News - Francesca Di Feo 23.5.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
Armenia LGBT

Cos’è la Gayropa: “Quasi tutti gli Europei sono gay, noi no!”, così parlano i giovani in Armenia

News - Redazione Milano 8.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di 'Stati Uniti d'Europa': "Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell'UE"" - Matteo Di Maio Europa - Gay.it

Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di ‘Stati Uniti d’Europa’: “Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell’UE””

News - Federico Boni 21.5.24
Elly Schlein, Paola Belloni e la rara uscita pubblica, insieme al seggio per votare (VIDEO) - Elly Schlein Paola Belloni - Gay.it

Elly Schlein, Paola Belloni e la rara uscita pubblica, insieme al seggio per votare (VIDEO)

News - Redazione 10.6.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24