Strange World è il film più visto su Disney+ dopo aver deluso al box office

La doverosa rivincita di un film rivoluzionario, con il primo storico personaggio dichiaratamente gay in un lungometraggio animato Disney.

ascolta:
0:00
-
0:00
Strange World è il film più visto su Disney+ dopo aver deluso al box office - Strange World - Gay.it
2 min. di lettura

Etichettato da molti come uno dei peggiori flop al box office del 2022, perché in grado di incassare appena 68 milioni di dollari in tutto il mondo dopo esserne costati 180, Strange World, sessantunesimo lungometraggio animato Disney, si è preso la sua più che meritata rivincita.

Il delizioso film diretto da Don Hall e Qui Nguyen, passato alla storia per primo storico personaggio dichiaratamente gay in un cartoon Disney, è infatti diventato a tempo di record il film più visto su Disney+. Sbarcato in streaming il 23 dicembre, Strange World ha chiaramente ‘accompagnato’ le feste in famiglia. La spiegazione del clamoroso flop in sala è probabilmente legata proprio all’immediato arrivo su Disney+ della pellicola, come recentemente avvenuto con diversi classici animati dello studios. Un’abitudine, quella del rapido sbarco on line, che disincentiverebbe la corsa in sala da parte del fedele spettatore Disney, grande o piccino che sia, se abbonato anche a Disney+.

Strange World è una storia di memorabile inclusività, perché il 16enne Ethan ama pazzamente un suo compagno di scuola, Diazo, e non solo non fa niente per nasconderlo ma è caldamente sostenuto e consigliato dai genitori e da suo nonno.

Volevamo che il film riflettesse il mondo, perché facciamo film per tutti e volevamo che tutti potessero rivedersi sullo schermo”, ha candidamente confessato il regista Don Hall in conferenza stampa a Roma a fine novembre. Perché l’omosessualità di Ethan è sempre stata presente, sin dalla prima stesura della pellicola. Nessuno l’ha mai messa in dubbio, così come la sua messa in scena. “Ethan è quello che è, è chi è, siamo profondamente orgogliosi di questo personaggio”, ha insistito Hall. “Facciamo film per tutti, in tutto il mondo, le persone devono potersi identificare con i personaggi sullo schermo”. Dopo 100 anni di storia, un punto di svolta rivoluzionario.

Perché il giovane protagonista, così emotivo, sensibile e impavido, si scioglie al cospetto del coetaneo, per cui si è preso una cotta. Quando suo padre li vede insieme per la prima volta si presenta, mettendolo in imbarazzo. “È lui, il famoso Diazo! Parla continuamente di te!”, per poi dare consigli al figlioletto, ricordandogli il suo “primo amore“. Sua mamma, invece, gli suggerisce di dare ascolto al proprio cuore, vivendo un’avventura chiamata amore, mentre suo nonno, teoricamente in arrivo da un’altra epoca, non batte ciglio quando il nipotino gli rivela di amare un ragazzo. Non c’è coming out, non c’è bisogno di alcuna ‘accettazione’ da parte di chicchessia.

Generazioni che si scontrano su tutto ma non sull’affettività, perché al cospetto di simili sentimenti non dovrebbero esserci attriti, se non mani tese, abbracci, docili sorrisi, sinceri incitamenti, pura e semplice normalità.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Katy Perry

Katy Perry torna a lavorare con Dr. Luke per l’album “143” dopo le pesanti accuse di abusi. I fan: “Siamo delusi”

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24

Hai già letto
queste storie?

"Duino" inaugura il Lovers 2024, recensione. L'indimenticato e irripetibile primo amore - OFF Duino 06 - Gay.it

“Duino” inaugura il Lovers 2024, recensione. L’indimenticato e irripetibile primo amore

Cinema - Federico Boni 17.4.24
The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
Josh O’Connor sarà il protagonista di Camere Separate per Luca Guadagnino? - Josh OConnor - Gay.it

Josh O’Connor sarà il protagonista di Camere Separate per Luca Guadagnino?

News - Redazione 26.3.24
Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell - Hari Nef Candy Darling - Gay.it

Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell

Cinema - Federico Boni 27.3.24
Lovers 2024, il programma con tutti i film e gli ospiti. Da Rupert Everett a BigMama e Fabio Canino - OFF Throuple 02 - Gay.it

Lovers 2024, il programma con tutti i film e gli ospiti. Da Rupert Everett a BigMama e Fabio Canino

Cinema - Federico Boni 11.4.24
I film LGBTQIA+ della settimana 20/26 maggio tra tv generalista e streaming - Film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 20/26 maggio tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 20.5.24
Inside Out 2, la protagonista Riley è queer? Video - Inside Out 2 - Gay.it

Inside Out 2, la protagonista Riley è queer? Video

Cinema - Redazione 11.3.24
I segreti di Brokeback Mountain

Brokeback Mountain e il mancato Oscar come miglior film. Ang Lee è sicuro: “Fu colpa dell’omofobia di Hollywood”

Cinema - Redazione 3.4.24