Walt Disney World sfida Ron DeSantis ospitando la più grande conferenza LGBTQ+ al mondo

L'Out & Equal Workplace si propone come "il luogo preferito per fare rete e condividere strategie che possano creare luoghi di lavoro inclusivi". Nella Florida del repubblicano omotransfobico DeSantis.

ascolta:
0:00
-
0:00
Walt Disney World sfida Ron DeSantis ospitando la più grande conferenza LGBTQ+ al mondo - Walt Disney World sfida Ron De Santis ospitando la piu grande conferenza LGBTQ al mondo - Gay.it
2 min. di lettura

Walt Disney World sfida Ron DeSantis ospitando la più grande conferenza LGBTQ+ al mondo - Disneyland Paris Pride 2022 - Gay.it

Prosegue lo scontro tra la Disney e Ron DeSantis, governatore della Florida, ad un anno esatto dall’approvazione della contestasissima legge Don’t Say Gay. Disney promise che avrebbe fatto di tutto per vederla stralciata, con il papabile candidato repubblicano alla Casa Bianca che a inizio 2023 ha scritto la parola fine ad status speciale che Disney aveva nello Stato da quasi 60 anni.

Il nuovo capitolo di questo scontro si è ora arricchito di una clamorosa novità. Il Walt Disney World ospiterà per i prossimi due anni il vertice Out & Equal Workplace, ovvero “più grande conferenza LGBT+ al mondo“. 5.000 i partecipanti previsti, con sponsor di peso che vedono Apple, Walmart e Amazon in primissima fila. L’Out & Equal Workplace si propone come “il luogo preferito per fare rete e condividere strategie che possano creare luoghi di lavoro inclusivi“. DeSantis si è ripetutamente scagliato contro quelle aziende che a suo dire utilizzano corsi di formazione per “far avanzare l’ideologia LGBTQIA”. L’accordo con Disney è solo l’ultimo schiaffo dell’azienda al governatore da poco rieletto.

La contestatissima legge Don’t Say Gay, nota anche come Parental Rights in Education Act, è stata firmata lo scorso anno e vieta qualsiasi discussione su orientamento sessuale e/o identità di genere nelle classi elementari e medie, limitando discussioni nei licei. L’allora CEO Disney Bob Chapek disse di essere pronto a fare di tutto, per cancellare la legge, dopo un iniziale silenzio che aveva suscitato proteste persino tra i dipendenti del parco Disney più famoso al mondo. Pochi mesi fa DeSantis, che non ha mai digerito l’attacco frontale arrivato dalla major, ha firmato una nuova legge che conferisce allo Stato un nuovo potere sull’area che ha a lungo concesso alla Disney speciali capacità di autogoverno.

La Florida di DeSantis, che ora vuole vietare l’uso dei nomi e dei pronomi degli studenti trans e non binari, ha in sostanza acquistato il Reedy Creek Improvement District, nato nel 1967 per permettere alla Walt Disney Company di costruire Disney World, garantendo all’azienda il quasi totale controllo del territorio, sconti fiscali e finanziamenti agevolati per lo sviluppo di servizi e infrastrutture ad uso e consumo di residenti e turisti. Il Reedy Creek Improvement District è così ora diventato Central Florida Tourism Oversight District e sarà sottoposto a diversi livelli di supervisione statale, con un nuovo consiglio composto da uomini scelti dal governatore e non dalla Disney, come sempre accaduto.

La controreplica di Disney si chiama Out & Equal Workplace, sbattuta in faccia a Ron DeSantis.

Foto cover: Magical Pride Instagram

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

Leggere fa bene

Luca Trapanese replica a Roccella: “Sono seriamente preoccupato, considero l’idea di lasciare l’Italia” - Luca Trapanese replica a Roccella - Gay.it

Luca Trapanese replica a Roccella: “Sono seriamente preoccupato, considero l’idea di lasciare l’Italia”

News - Redazione 11.9.23
Raffa su Disney+, ecco quando arriverà in streaming la bellissima docuserie su Raffaella Carrà - raffa poster - Gay.it

Raffa su Disney+, ecco quando arriverà in streaming la bellissima docuserie su Raffaella Carrà

Serie Tv - Redazione 15.11.23
elezioni-indonesia-2024

Indonesia, estrema destra anti-LGBTI+ verso la vittoria, chi è Prabowo Subianto leader di Gerindra

News - Francesca Di Feo 16.2.24
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
marcomengonitayloswift

Marco Mengoni è la nostra Taylor Swift?

Musica - Mandalina Di Biase 3.10.23
Rapina e Fuga - Culprits, due papà gay protagonisti della nuova serie crime Disney+ - Culprits 1 - Gay.it

Rapina e Fuga – Culprits, due papà gay protagonisti della nuova serie crime Disney+

Serie Tv - Redazione 8.11.23
donald-trump

Cancellata la norma voluta da Donald Trump che consentiva ai medici di negare le cure ai pazienti LGBT+

News - Redazione 12.1.24
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23