Afghanistan, i Talebani impongono rimozione immagini di donne dalle insegne

Il Ministero per gli Affari Femminili è stato cancellato e sostituito con il Ministero per la propagazione della virtù e la prevenzione del vizio.

governo talebano divieto usare immagini di donne a kabul afghanistan donne condizione femminile
afghanistan donne condizione femminile divieto di usare immagini di donne talebani
2 min. di lettura

In Afghanistan il governo talebano ha ordinato di rimuovere le foto di donne da insegne di negozi, centri commerciali e attività di qualunque tipo. Il provvedimento, da quanto si apprende dalla portavoce della municipalità di Kabul, Nematullah Barakzai, è attinente alla sola capitale. Il portavoce dei talebani Barakzai, secondo quanto riportato ieri dal giornale afghano Tolo News, ha riferito quanto segue:

Le foto contrarie ai regolamenti islamici devono essere rimosse dai cartelloni pubblicitari in accordo con quanto stabilito dal governo.

Molti negozi di bellezza e saloni per acconciature hanno protestato. Al quotidiano Tolo News una truccatrice di nome Shayesta Saifi, che lavora in un salone di bellezza, ha parlato dell’evidente progetto politico di applicare ogni tipo di restrizione che penalizzi il lavoro delle donne, denunciando anche l’intento di fare in modo che pian piano chiudano le attività che consentono alle donne di lavorare.

Tutte le notizie sull’Afghanistan di Gay.it

 

Dalla riconquista dell’Afghanista lo scorso agosto 2021, i talebani hanno sempre dichiarato che avrebbero preso in considerazione l’ipotesi di aumentare la libertà delle donne rispetto al passato, sempre rispettando la legge islamica. Si ricorderà come, sulla base di quella promessa, persino l’ex premier italiano Giuseppe Conte si era sbilanciato in loro favore, chiedendo di dare credito e fiducia al governo talebano. Le premesse e le promesse talebane sono risultate, da quanto si è successivamente appreso da numerosi reportage, totalmente disattese. Già il 24 Agosto il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid aveva intimato alle donne di restare a casa e di non recarsi a lavoro finché non fosse stata garantita loro sicurezza.

Il 7 settembre si è insediato l’attuale governo, che non contempla alcuna donna tra i suoi rappresentanti e appena 10 giorni dopo l’insediamento, il 17 settembre 2021, il Ministero per gli Affari Femminili è stato cancellato e sostituito con il Ministero per la propagazione della virtù e la prevenzione del vizio.

In Afghanistan la condizione femminile è drammatica da quando sono tornati i Talebani al Governo. L’Unione Europea e i suoi stati membri hanno comunicato che non riconosceranno il governo talebano, se non sarà chiarita la questione delle donne. Stessa sorte per la comunità LGBTQ+, fatta oggetto di persecuzioni ed esecuzioni. Condizioni e atrocità di cui Gay.it ha più volte parlato negli scorsi mesi e settimane.

(foto di copertina tratta da Gender Concerns International)

 

Afghanistan e popolazione LGBTQ+

Afghanistan, l’appello di Liz Barker:
“Gli afgani LGBTQ+ moriranno se non li aiutiamo a scappare dai talebani” 

Afghanistan LGBT, repressione, mutilazioni, terrore
“Abbandonati, chiediamo aiuto alla comunità lgbt italiana”. 

 

 

Tutte le notizie sull’Afghanistan di Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto” - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 7.11.23
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Turchia, Erdogan torna ad attaccare le persone LGBTQIA+: "Una minaccia per la famiglia tradizionale" - Erdogan - Gay.it

Turchia, Erdogan torna ad attaccare le persone LGBTQIA+: “Una minaccia per la famiglia tradizionale”

News - Redazione 27.10.23
Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi - Milena Cannavacciulo - Gay.it

Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi

News - Federico Boni 24.10.23
La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso - hong kong lgbt - Gay.it

La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso

News - Federico Boni 5.9.23
orban ungheria

Come l’Ungheria è diventata illiberale, Orban e l’attacco alla democrazia

News - Lorenzo Ottanelli 1.2.24
romania-unione-civile-in-italia (1)

Denis e Gianluca, la loro unione sbeffeggiata dalla burocrazia romena: “Ci hanno riso in faccia” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 9.1.24