Afghanistan, i Talebani impongono rimozione immagini di donne dalle insegne

Il Ministero per gli Affari Femminili è stato cancellato e sostituito con il Ministero per la propagazione della virtù e la prevenzione del vizio.

governo talebano divieto usare immagini di donne a kabul afghanistan donne condizione femminile
afghanistan donne condizione femminile divieto di usare immagini di donne talebani
2 min. di lettura

In Afghanistan il governo talebano ha ordinato di rimuovere le foto di donne da insegne di negozi, centri commerciali e attività di qualunque tipo. Il provvedimento, da quanto si apprende dalla portavoce della municipalità di Kabul, Nematullah Barakzai, è attinente alla sola capitale. Il portavoce dei talebani Barakzai, secondo quanto riportato ieri dal giornale afghano Tolo News, ha riferito quanto segue:

Le foto contrarie ai regolamenti islamici devono essere rimosse dai cartelloni pubblicitari in accordo con quanto stabilito dal governo.

Molti negozi di bellezza e saloni per acconciature hanno protestato. Al quotidiano Tolo News una truccatrice di nome Shayesta Saifi, che lavora in un salone di bellezza, ha parlato dell’evidente progetto politico di applicare ogni tipo di restrizione che penalizzi il lavoro delle donne, denunciando anche l’intento di fare in modo che pian piano chiudano le attività che consentono alle donne di lavorare.

Tutte le notizie sull’Afghanistan di Gay.it

 

Dalla riconquista dell’Afghanista lo scorso agosto 2021, i talebani hanno sempre dichiarato che avrebbero preso in considerazione l’ipotesi di aumentare la libertà delle donne rispetto al passato, sempre rispettando la legge islamica. Si ricorderà come, sulla base di quella promessa, persino l’ex premier italiano Giuseppe Conte si era sbilanciato in loro favore, chiedendo di dare credito e fiducia al governo talebano. Le premesse e le promesse talebane sono risultate, da quanto si è successivamente appreso da numerosi reportage, totalmente disattese. Già il 24 Agosto il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid aveva intimato alle donne di restare a casa e di non recarsi a lavoro finché non fosse stata garantita loro sicurezza.

Il 7 settembre si è insediato l’attuale governo, che non contempla alcuna donna tra i suoi rappresentanti e appena 10 giorni dopo l’insediamento, il 17 settembre 2021, il Ministero per gli Affari Femminili è stato cancellato e sostituito con il Ministero per la propagazione della virtù e la prevenzione del vizio.

In Afghanistan la condizione femminile è drammatica da quando sono tornati i Talebani al Governo. L’Unione Europea e i suoi stati membri hanno comunicato che non riconosceranno il governo talebano, se non sarà chiarita la questione delle donne. Stessa sorte per la comunità LGBTQ+, fatta oggetto di persecuzioni ed esecuzioni. Condizioni e atrocità di cui Gay.it ha più volte parlato negli scorsi mesi e settimane.

(foto di copertina tratta da Gender Concerns International)

 

Afghanistan e popolazione LGBTQ+

Afghanistan, l’appello di Liz Barker:
“Gli afgani LGBTQ+ moriranno se non li aiutiamo a scappare dai talebani” 

Afghanistan LGBT, repressione, mutilazioni, terrore
“Abbandonati, chiediamo aiuto alla comunità lgbt italiana”. 

 

 

Tutte le notizie sull’Afghanistan di Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Arcobaleno Busca B&B discriminazione omofobia

“Non accettiamo omosessuali”: Cuneo, coppia gay rifiutata in un B&B, abbiamo telefonato, ecco cosa ci hanno detto

News - Giuliano Federico 10.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24

Hai già letto
queste storie?

brunei-pena-di-morte-omosessualita

Il Brunei minaccia di lapidare gli omosessuali dal 2019, mentre il mondo celebra il matrimonio tra i suoi Reali

News - Francesca Di Feo 30.1.24
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24
report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
georgia-legge-anti-lgbt

Legge anti-LGBTI, così La Georgia potrebbe sabotare il proprio ingresso nell’Unione Europea

News - Francesca Di Feo 2.5.24
CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la difesa dei diritti - PROTOCOLLO DINTESA CGIL CON LE ASSOCIAZIOINI LGBTQIA 0 - Gay.it

CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la difesa dei diritti

News - Redazione 26.6.24
Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+ - Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunita LGBTQIA - Gay.it

Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+

Culture - Redazione 8.3.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24