La destra vuole bloccare riconoscimento figli di coppie omosessuali nell’Unione Europea

La maggioranza del Governo Meloni orientata ad opporsi al regolamento richiesto dall'UE.

ascolta:
0:00
-
0:00
famiglie arcobaleno regolamento unione europea
famiglie arcobaleno regolamento unione europea
3 min. di lettura

La destra italiana vuole rigettare la proposta di regolamento dell’Unione Europea sul riconoscimento dei figli di coppie omosessuali all’interno dell’Unione.

Il regolamento è all’esame della commissione Politiche Europee del Senato e prevede di fare chiarezza giuridica per tutti i tipi di famiglie che si trovano in una situazione transfrontaliera all’interno dell’UE, consentendo ai minori di beneficiare dei diritti derivanti dalla genitorialità ai sensi del diritto nazionale, in questioni quali la successione, il mantenimento, l’affidamento o il diritto dei genitori di agire in qualità di rappresentanti legali del minore (per questioni scolastiche o sanitarie). In sede di commissione però, se Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Alleanza Verdi e Sinistra hanno dichiarato di essere favorevoli, tutta la maggioranza di destra è orientata al voto cotrario.

Qualche giorno fa Alessia Crocini di Famiglie Arcobaleno, era stata ascoltata in audizione proprio in relazione all’esame dell’atto COM(2022) 695 in materia di filiazione e creazione di un certificato europeo di filiazione.

“Una famiglia formata da due madri o due padri, riconosciuta come tale in paesi quali la Francia, la Spagna, la Germania, – aveva spiegato Crocini – così come in tutti i 19 paesi europei dove le famiglie omogenitoriali sono riconosciute, non deve e non può smettere di essere famiglia quando varca un confine e arriva in paesi come l’Ungheria, la Bulgaria, la Polonia, la Romania o l’Italia.”

Ascoltato in sede di commissione anche l’Avvocato Antonio Rotelli, che ha ricordato come la Corte Costituzionale abbia già nel 2021 inviato un forte monito al Parlamento Italiano, invitandolo a “individuare urgentemente le forme più idonee di tutela dei minori, anche alla luce delle fonti internazionali ed europee”.

“La regolamentazione che la proposta dell’UE – ha spiegato Rotelli in audizione in Commissione Politiche Europee al Senato – mira a introdurre appare importante e urgente, perseguendo la finalità di garantire il rispetto dei diritt fondamentali di soggetti vulnerabili, quali i bambini. In questo senso essa realizza il principio formulato dalla nostra Corte Costituzionale, secondo cui: «ogni soluzione che non offra al bambino alcuna chance di riconoscimento giuridico del genitore intenzionale, come che sia nato, finisce in una “strumentalizzazione” della persona del minorenne, pur in nome di finalità legittime, come potrebbe essere, per esempio, il voler disincentivare il ricorso alla pratica della maternità surrogata» (Corte cost., sent. n. 33/2021, par. 5.7 in diritto).

La destra di Meloni è però orientata ad opporsi al recepimento del regolamento avanzato dall’Unione Europea. Se il regolamento passasse, è la tesi avanzata dalla maggioranza in commissione, autorizzerebbe di fatto la Gestazione Per Altri (GPA), che è attualmente vietata in Italia.

E proprio in queste ore è stata assegnata alla XII Commissione della Camera la Proposta di Legge di Fratelli d’Italia sulla perseguibilità del reato di maternità surrogata commesso all’estero da cittadini italiani. La proposta di legge prevede reclusione da tre mesi a due anni e multa da 600.000 a 1 milioni di euro. Le proposte di legge depositate dalla destra per punire la Gestazione Per Altri (GPA) sono ben cinque. Un tema politico che nella scorsa legislatura aveva addirittura viste unite nella stessa battaglia Giorgia Meloni e Mara Carfagna.

Nella giornata di domani 7 marzo 2023 ci sarà l’ultima audizione sul regolamento con cui l’Unione Europea intende regolamentare il riconoscimento dei figli di coppie omosessuali all’interno dei territori dell’Unione. Poi si aprirà la discussione.

L’Italia di Meloni starà con l’Unione Europea di Francia, Germania e Spagna o con l’Ungheria di Orbàn e la Polonia di Duda?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GAY.IT 🇪🇺🌍🪐✨ (@gayit)

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GAY.IT 🇪🇺🌍🪐✨ (@gayit)

 

Foto di Baim Hanif su Unsplash

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24

Leggere fa bene

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: "Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno" - Augusto Barbera - Gay.it

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: “Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno”

News - Redazione 18.3.24
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23
Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell'Avvenire contrario al matrimonio egualitario? - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell’Avvenire contrario al matrimonio egualitario?

News - Federico Boni 28.3.24
fratelli

Milano, Corte d’Appello dichiara illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne

News - Redazione 6.2.24
nichi-vendola-gestazione-per-altri

Nichi Vendola eletto Presidente di Sinistra Italiana, Paolo Mieli: “Ora dovrà dire quanto è costato suo figlio” (AUDIO)

News - Federico Boni 27.11.23
Tribunale Bergamo Congedi famiglie omogenitoriali.png

L’INPS discrimina le famiglie omogenitoriali, i congedi vanno previsti anche per loro, lo dice il Tribunale di Bergamo

News - Redazione Milano 29.1.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Elezioni Europee LGBTI ComeOut4EU Ilga_

L’ombra dell’estrema destra sull’Europa, quali candidati supportano la comunità LGBTI alle prossime elezioni?

News - Giuliano Federico 13.3.24