GPA, il PD voterà contro il reato universale, ma la legge Meloni arriverà in aula

Sulla 'Gestazione per altri' Meloni inizia la sua campagna elettorale attaccando le famiglie arcobaleno. Nervosismo nel PD dopo il retroscena di Gay.it.

ascolta:
0:00
-
0:00
gestazione per altri ddl meloni
gestazione per altri ddl meloni parlamento camera partito democratico enrico letta mara carfagna maternità surrogata
3 min. di lettura
È come una palla che rotola sul crinale di un monte, questa legge contro la gestazione per altri, e tutti lì a guardare dove cadrà.
Ma è sul prima che conviene restare: su questo apparente rallentare del tempo in moviola.
A Montecitorio la giornata del tempo sospeso inizia con una domanda chiarissima:
come si sta attrezzando il PD per scongiurare lo tsunami Meloni-Carfagna contro le famiglie arcobaleno? Cosa voterà?
Dopo il retroscena di Gay.it, turbamenti e nervosismo malcelato hanno agitato gli animi dentro e fuori il partito di Enrico Letta.
Nella mattinata il gruppo Dem alla Camera decide: voterà contro.

La linea sulla gestazione per altri il Pd ce l’ha” dicono. Fanno riferimento al maggio 2016, mozione unitaria a firma dell’allora capogruppo Ettore Rosato. Il documento rappresentava lo stato di una discussione in corso e accoglieva posizioni da molti fronti, da una parte si riconosceva la commercializzazione e lo sfruttamento della capacità riproduttiva della donna come lesioni gravissime della dignità umana, dall’altra si affermava il principio di autodeterminazione: cioè non sempre la maternità surrogata è sinonimo di sfruttamento, almeno quando essa avviene secondo protocolli specifici elaborati a garanzia della libertà e della volontarietà di chi mette a disposizione il proprio corpo e la propria gestazione.

Il Pd si dice contrario ai ddl Carfagna e Meloni. Rassicurazioni anche dal M5s: “voteremo anche noi contro”. Lo sguardo resta puntato su Italia Viva che però non si esprime, non commenta.

Poco importa, perché sono le tre di pomeriggio e in Commissione Giustizia, a inizio seduta, il voto sul ddl viene messo in pausa. A chiederlo è proprio Fratelli d’Italia per bocca della deputata Carolina Varchi: il punto, spiega, è che non abbiamo ancora deciso se presentare soltanto il testo di Giorgia Meloni oppure un nuovo testo base che unisca le due proposte.

gestazione per altri gpa reato universale giorgia meloni mara carfagna
Ieri il retroscena di Gay.it che ha svelato la possibilità che il PD si astenesse rispetto al possibile asse Meloni – Carfagna > Leggi >

La richiesta nasconde una strategia. Fratelli d’Italia è il partito in quota opposizione e, sempre da regolamento, ha diritto a presentare a una quota di testi che vanno discussi. Un lavorio che punta a tessere una tela più ampia a chi vuole a tutti i costi il testo in Aula alla Camera. Le opzioni sul tavolo sono due ma l’esito è segnato.

Prima opzione: Fratelli d’Italia potrebbe presentare un nuovo testo unificato a quello di Forza Italia (prima firmataria Mara Carfagna).

Secondo opzione: Fratelli d’Italia potrebbe andare in solitaria con il ddl Meloni e approfittare del regolamento parlamentare che dà diritto al partito in quota opposizione di presentare una serie di testi che “devono” essere discussi nel rispetto della democratica dialettica parlamentare. Insomma: voto o non voto, favorevoli o contrari, la guerra alla Gpa si sposterà inevitabilmente in Aula. “Salvo che non resti impigliato nelle forche caudine degli emendamenti soppressivi“, rassicurano dal Pd.

Meloni adesso ha solo in testa la campagna elettorale” il commento stizzito arriva da un berlusconiano di lungo corso che già prevede la possibilità che Fratelli d’Italia scarichi Mara Carfagna per intestarsi la crociata e far da sé.

Del resto in Parlamento nessuno ci crede che il ddl contro la Gestazione Per Altri possa andare lontano. Neanche Meloni, però la strategia è chiara:

prendere il tema e portarlo in un’Aula che ha già una data di scadenza. Poi trasferirlo nelle piazze e negli studi tv. La gestazione per altri è il primo argomento elettorale su cui far grancassa: i bambini venduti e le madri sfruttate.

A Gay.it commenta  la questione Sergio Lo Giudice, già senatore, membro della direzione nazionale PD e storico attivista Lgbt+: “Si tratta di una misura incredibilmente repressiva e lesiva del diritto internazionale. Oltraggiosa nei confronti di partner importanti dell’Italia come gli USA, il Canada in cui legislazioni avanzate in tema di diritti vengono trattate alla stregua di legislazioni da Stati Canaglia. Questa legge creerebbe una situazione di ancora minore tutela e di grande fragilità sociale per i figli della famiglie arcobaleno, oltre che per i molti, più numerosi, figli di coppie eterosessuali che praticano la Gestazione Per Altri“.

 

 

 

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24

Continua a leggere

Giorgia Meloni doppia faccia Gay.it

2023, un anno di odio anti-LGBTIQA+ del Regime Meloni in 8 punti

News - Redazione Milano 28.12.23
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
Giorgia Meloni e la gestazione per altri - Conferenza stampa 4 Gennaio 2023

Giorgia Meloni in malafede, non risponde su Musk e offende i bambini nati da GPA

Corpi - Redazione Milano 4.1.24
Spot esselunga pesca famiglia tradizionale

Non c’è solo lo spot della pesca: così Esselunga finanzia la destra

Culture - Lorenzo Ottanelli 28.9.23
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
libri bambini lgbtiq_

Bambini, ecco alcuni libri LGBTQIA+ per crescere consapevoli

Culture - Federico Colombo 15.11.23
Tribunale Bergamo Congedi famiglie omogenitoriali.png

L’INPS discrimina le famiglie omogenitoriali, i congedi vanno previsti anche per loro, lo dice il Tribunale di Bergamo

News - Redazione Milano 29.1.24