Marco Mengoni: “per ogni ricordo un fiore d’orgoglio”, il brano con Ernia

Da poche ore fuori 'Prisma': "Se ti va di sentire la mia gioia, il mio dolore, ti senti i miei dischi”.

ascolta:
0:00
-
0:00
marco mengoni fiori d'orgoglio ernia prisma marta donà
marco mengoni fiori d'orgoglio ernia prisma marta donà
3 min. di lettura

 

Dopo l’impegno con la bandiera Progress Pride ad Eurovision e le dichiarazioni forti contro il clima ostile della maggioranza di governo verso la comunità LGBTQIA+ italiana, Marco Mengoni ha consegnato ai fan questa notte “Prisma”, terzo capitolo della trilogia “Materia”.

Nell’album è contenuta “Due vite”, già vincitrice di Sanremo 2023, quarta sul palcoscenico world wide della Liverpool Arena dell’Eurovision.

Attesa per “Pazza Musica”, nel quale Mengoni trascina Elodie nel suo mondo funky e la sorpresa è quanto funzioni Elodie nell’universo funky-soul di Marco: sicura hit e probabile classico che durerà anni.

“Se ti va di sentire la mia gioia, il mio dolore,
ti senti i miei dischi”

(Marco Mengoni)

A destare la nostra attenzione a caldo in queste ore – ma non possiamo ancora dire di aver ascoltato l’album quelle cinquanta volte necessarie a poterne davvero scrivere con cognizione e il dovuto rispetto a un progetto artistico di tanti talenti coinvolti – è stato il testo di “Fiori d’orgoglio“, nel quale Mengoni canta con Ernia un brano dal bit a velocità alternate (bellissime accelerazioni pop e lentezze soul). Ernia entra con la sua voce smooth e un testo in linea con l’impianto narrativo del brano, che affronta il tema di una relazione tormentata, di non detti destinati a restare tali (che non dirà mai, tormentone), l’ombra di una tossicità affettiva che non scalfisce l’amore. Perché in fondo è così. Ci innamoriamo, capiamo che c’è un errore in quell’attrazione, ma possiamo mai smettere di amare? E l’errore è da fuggire o da abbracciare?

Accettare il proprio orgoglio, prenderlo in mano e rendersi conto di quanta confusione esso possa generare in noi, soprattutto davanti a un amore che pare non capire ciò che siamo e ciò che diveniamo. Il velo di una nostalgia nei ricordi da non dimenticare, da non nominare. L’amarezza di chiedersi – o di non chiedersi – cosa resti di ciò che è stato.

Qualche tempo fa Mengoni ci aveva parlato della sua fragilità più grande. Qui il video.

Marco Mengoni – Ernia: Fiori d’orgoglio (testo)

Scritto da M. Mengoni, R. Esposito, M. Professione. Prodotto da E.D.D., Marz, Zef

Marco Mengoni:
Vorrei non chiedermi mai che cosa resta,
non scivolare via in questo mal di testa.

Ma con un filo rosso stretto al dito
tira quando mi allontano
così la mia ansia quando vivo bene.
Perché ci siamo buttati così,
non l’ho mai chiesto.
Se da quanto tempo non ero così,
me stesso.

Tra le tue gambe, i miei pensieri
e le mie felpe e i tuoi ammiri,
le mie certezze, faccio un impero,
poi crolla tutto quando ti giri.
Mi manca ma non te lo dico mai,
quando chiedevi tutto senza dare mai
ed altre cento cose che non capirai.
Vorrei tornare indietro quando me ne andai.

Ti porterò fiori d’orgoglio
quando ritornerò.
Sopra di me cielo d’asfalto
e tutte le verità che mi porterò di te
che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Per ogni ricordo, un fiore d’orgoglio.

Ernia:
Curo le mie spalle quando te ne vai.
Non dirò lo stesso, quello che non sai.
Ti giuro di cambiare, ma non cambio mai
ma se accetterai il mio orgoglio mi ritroverai.

E mentre butti giù il telefono, mi pregano,
lascio andare i pensieri, fanno un esodo.
Parole che non dico, che non dedico.
Sommare senza schemi e senza metodo.
Non so dare forma alla mia verità,
a volte soltanto parole e dire dignità
coi grattacieli sullo sfondo, cielo di piombo.
Proteggo i fiori dall’orgoglio quando pioverà.

Marco Mengoni:
Ti porterò fiori d’orgoglio
quando ritornerò.
Sopra di me cielo d’asfalto
e tutte le verità che mi porterò di te
che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Che non dirò mai, dirò mai, dirò mai.
Per ogni ricordo, un fiore d’orgoglio.
Un fiore d’orgoglio.
Vorrei non chiedermi mai che cosa resta.

— Copyright Sony (per ulteriori crediti scrivere alla redazione) —

L’equivoco via social tra Marco e Käärijä ad Eurovision: tutto da ridere >

Marco Mengoni – Prisma – Lista canzoni

Track list Prisma
Due Vite (Prod. E.D.D., Simonetta)
Fiori D’orgoglio feat. Ernia (Prod. E.D.D., Marz, Zef)
Pazza musica feat. Elodie (Prod. E.D.D., Simonetta, Zef)
Incenso (Prod. E.D.D., Estremo, F. Fugazza, P. Pasini)
Un’Altra Storia (Prod. E.D.D., Katoo, B. Ventura)
Appunto 5: Non Sono Questo (Prod. E.D.D., Eshla, F. Fugazza)
In Tempo (Prod. Crookers, FLIM)
The Damned Of The Heart (Prod. Clap! Clap!, FLIM)
Lasciami indietro feat. Jeson (Prod. M. Colagiovanni, E.D.D., MDM)
Due Nuvole (Prod. E.D.D., F. Nardelli)
Fiori D’Orgoglio (Prod. E.D.D., Marz, Zef)

 

Di seguito il post instagram di Marta Donà, manager (e amata complice) di Marco, qui vi abbiamo parlato del suo progetto di un’etichetta dedicata alle artiste femminili: “sono fiduciosa, con la rinomata lentezza italiana ci stiamo arrivando anche noi a una affermazione al femminile

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marta Donà (@martalatarma)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Leggere fa bene

@bigmamaalmic

BigMama pubblica il nuovo album “Sangue” e manda una frecciatina diabolica

Musica - Emanuele Corbo 7.3.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
BigMama Sanremo 2024 La rabbia non ti basta

BigMama a Sanremo 2024: “Mi gridavano ‘cicciona’, ora guardate quanto sono fi*a”

Musica - Emanuele Corbo 12.1.24
Bianca Antonelli è voce del collettivo ASIABEL

Tra egomania e lesbiche vere, la musica di Asiabel è un diario aperto: l’intervista

Musica - Riccardo Conte 5.4.24
Michele Bravi attore in Finalmente l'Alba: "Un estroverso tra personaggi famelici, al limite del cannibalismo" - Michele Bravi Finalmente lalba - Gay.it

Michele Bravi attore in Finalmente l’Alba: “Un estroverso tra personaggi famelici, al limite del cannibalismo”

Cinema - Redazione 22.2.24
BigMama Sangue Sono fiera della mia queerness

BigMama “Sono fiera della mia queerness, è un punto fondamentale della mia vita” – VIDEO

Musica - Mandalina Di Biase 8.3.24
Eurovision 2024, l'artista non binario Nemo rappresenta la Svizzera con il brano manifesto The Code (VIDEO) - Nemo allEurovision 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, l’artista non binario Nemo rappresenta la Svizzera con il brano manifesto The Code (VIDEO)

Culture - Federico Boni 29.2.24
Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale - Lorenzo Licitra e Gesu - Gay.it

Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale

Culture - Redazione 28.2.24