A Torino confronto Lo Russo – Damilano su diritti LGBT. Perché a Roma Gualtieri non sfida Michetti?

A pochi giorni dal ballottaggio i due candidati sindaci di Torino hanno affrontato il tema dei diritti LGBT. E nella Capitale d'Italia?

A Torino confronto Lo Russo - Damilano su diritti LGBT. Perché a Roma Gualtieri non sfida Michetti? - ballottaggio - Gay.it
2 min. di lettura

Nella giornata di ieri i candidati sindaci di Torino Stefano Lo Russo e Paolo Damilano hanno accettato l’invito del Coordinamento Torino Pride ad un confronto pubblico sul tema dei diritti LGBT. Candidato del centrodestra appoggiato al primo turno dal Popolo della Famiglia di Mario Adinolfi, Paolo Damilano ha garantito che se dovesse diventate sindaco di Torino non si andrà incontro a nessun passo indietro sulla registrazione dei figli delle coppie Arcobaleno e sulla difesa dei diritti in generale.

In questo momento la questione non è disciplinata dalle leggi, parecchie città hanno adottato misure in merito e non sarà nostra intenzione interrompere questa pratica, ma auspichiamo che la legge italiana si esprima per capire quali sono gli ambiti e il perimetro in cui poter operare“, ha precisato Damilano, pronto ad unire civilmente qualunque coppia dello stesso sesso lo richieda e a non stralciare la strada intrapresa dall’ormai ex sindaca Chiara Appendino, che nel 2018 annunciò la registrazione all’anagrafe dei figli delle famiglie arcobaleno, aggirando la mancata spechild adoption post unioni civili.

Confermo pienamente quella che è una politica corretta impostata dalla sindaca Appendino“, ha replicato Lo Russo, come riportato da LaRepubblica. “Andremo avanti in questa direzione. C’è un ruolo simbolico dei sindaci e mi farò carico di sollecitare il Parlamento a darsi una sveglia. È dovere di un sindaco utilizzare politicamente il suo ruolo per sollecitare le forze parlamentari a normare questa materia. È un tema di vulnus democratico e il ruolo di un sindaco non è solo di mera presa d’atto di un quadro normativo o l’essere un soggetto amministrativo ma è anche tema politico nazionale che dobbiamo riprendere“.

Durante l’ultimo Torino Pride Lo Russo era in piazza al fianco della comunità LGBT mentre Damilano si era limitato ad un saluto social, con conseguenti attacchi da parte del centrosinistra. “Questo doveva essere i dibattito sui diritti mentre non si fa altro che fare riferimento a questo o quello della mia coalizione che hanno espresso questa o quella opinione“, ha polemicamente replicato il candidato di centrodestra. “Più volte io ho detto che sarei stato garante. È evidente che non si può controllare tutto e anche nel centrosinistra non controllano tutti. Allora rivendico il mio diritto a non essere andato a farmi i selfie al Pride e restare a casa a difendere i diritti di tutti i cittadini”.

Un dibattito in previsione del ballottaggio di domenica prossima, quello andato in scena a Torino, che anche Roma meriterebbe di avere, con Roberto Gualtieri e Enrico Michetti pronti a sfidarsi alle urne. Da una parte il candidato Pd, da sempre sostenitore dei diritti LGBT e con una parte del proprio programma elettorale dedicato alla comunità queer romana, e dall’altra il candidato di Giorgia Meloni, che sul proprio programma ha precisato: “Eviteremo che nelle scuole si faccia promozione della teoria gender e del tema dell’utero in affitto. Intendiamo fermare l’indottrinamento dei bambini, restituendo alle famiglie il diritto di orientare la formazione dei loro figli“. Non contento, Michetti ha appoggiato e condiviso il “Manifesto valoriale” realizzato da Pro Vita & Famiglia e dall’Associazione Family Day.

Posizioni chiare sia da una parte che dall’altra, ma nell’ultima settimana di campagna elettorale prima del voto sarebbe cosa buona e giusta dibatterne apertamente, faccia a faccia, concentrandosi anche sul futuro della Capitale d’Italia sul fronte dei diritti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
burg333 12.10.21 - 1:10

Forse Damilano non può parlare apertamente con Michetti perché Michetti è un fascista? Perché Gay.it non fa un bell'articolo sulle sue affermazioni contro gli ebrei di questi giorni? I neo-nazisti, lo abbiamo visto con Fanpage, sono inseriti nel partito di riferimento di Michetti e ai nazisti non piacciono molto gli omosessuali. Se fosse stato pink-washing, come parrebbe suggerire l'articolo, sarebbe grave. Ma il fascismo/neonazismo è addirittura più grave per noi e i nostri diritti e sul suo avvento questo scriverei qualcosa! Questo sito è sempre più apertamente schierato a destra dal mio punto di vista.

Avatar
Franzc Dereck 11.10.21 - 18:20

Chiedersi perché a Roma non vi sia un confronto sui " nostri" temi , come a Torino è porsi una domanda retorica ; la risposta è ben conosciuta : il Vaticano! Non potrò mai dimenticare che Mons. Bagnasco , poche ore prima della giravolta dei 5Stelle ( e li ho anche votati ! ) in sede di approvazione della legge Cirinnà , ricevette in pompa magna " Giggetto er Bibbitaro " attuale detentore della Farnesina. Ed il DLZan è stato dichiarato , da qualche alto porporato , contrario ai Patti Lateranensi.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Ragazzo marocchino gay trovato morto in casa di accoglienza dopo respinta della domanda di asilo

Respinta richiesta di accoglienza per omosessualità, ragazzo marocchino trovato morto

News - Redazione Milano 4.3.24
Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: "Vergogna, è un pericolo per la Costituzione" - Vannacci - Gay.it

Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: “Vergogna, è un pericolo per la Costituzione”

News - Redazione 4.12.23
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
Matteo Salvini a Firenze per il meeting di Identità e Democrazia

Gli imbarazzanti alleati europei di estrema destra della Lega di Salvini

News - Lorenzo Ottanelli 4.12.23
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano - donald trump vs. ron desantis - Gay.it

Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano

News - Federico Boni 2.11.23
Ron DeSantis abbandona le primarie, appoggia Trump e Biden stanzia 700.000 dollari a favore dei ragazzi trans - Ron DeSantis Trump Biden - Gay.it

Ron DeSantis abbandona le primarie, appoggia Trump e Biden stanzia 700.000 dollari a favore dei ragazzi trans

News - Redazione 22.1.24