La storia di Carla, umiliata sul lavoro: “Noi donne trans non siamo un fenomeno da baraccone” – IL VIDEO

Il racconto di Carla Esposito è uno struggente ritratto della transfobia nel nostro paese: "Non ridete di noi"

ascolta:
0:00
-
0:00
carla esposito
@carlakipi
2 min. di lettura

Volevo solo una vita normale” c’è scritto sulla bio di @carlakipi, Carla Esposito, donna transgender che condivide su Tik Tok la propria quotidianità, tra gioie e dolori. Nel suo ultimo video Esposito racconta la prima volta che è andata sul posto di lavoro in abiti femminili, mettendo in luce tutte le microaggressioni e violenze che le persone transgender si ritrovano a fronteggiare nel nostro paese: “Il primo giorno che sono andata a lavoro vestita da donna doveva essere uno dei giorni più belli della mia vita perché ho avuto il coraggio di essere me stessa. Ma invece non fu così”.

@carlakipi #greenscreen #transgender ♬ 雨的印记(钢琴) – 王雨笙

Esposito racconta di colleghi maschi che sono scoppiati a ridere e colleghe femmine che le hanno fatto i complimenti per il fisico per poi sparlare di lei spalle: “Ogni persona che veniva la portavano da me, come se ero il fenomeno da baraccone di quella giornata, un pagliaccio.” racconta la donna, parlando di ragazzine appena ventenni “che puzzavano ancora di latte” accompagnate da fidanzati pronti a deriderla e umiliarla davanti chiunque. L’episodio più brutto, riporta Esposito, sono le urla del figlio del titolare che ha iniziato a gridare “che schifo” fuori l’ufficio di Esposito, solo perché aveva osato essere sé stessa: “Ero vestita normale, brutta sì, ma non ero uno schifo” continua Esposito, raccontando di essere crollata davanti chiunque, senza nessuno a supportarla.

Il video è diventato subito virale sui social, generando l’indignazione e un supporto collettivo da parte della comunità LGBTQIA+ a Carla, ennesima persona transgender alla mercé di una società violenta e opprimente: “Quando vedete una donna trans anche se non siamo belle, anche se siamo un fenomeno di baraccone, anche se siamo brutte, dovete sapere che noi per una vita intera davanti lo specchio vedevamo la figura di un uomo” dice Carla “Anche solo un po’ di rossetto, un pochino di matita, o un vestitino a noi fa sentire belle, perché vediamo quella figura femminile che non abbiamo mai visto“. A pochissimo dalla tragedia di Cloe Bianco, la storia di Carla sottolinea la solitudine e le difficoltà che tante persone transgender si ritrovano a fronteggiare, anche nelle azioni quotidiane più banali, come indossare un vestito per andare a lavoro: “Non ridete, perché poi succedono cose brutte” conclude Carla: “Io quel giorno volevo morire, e sono stata fortunata ad essere stata forte”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
donna-transgender-arrestata-hong-kong

Hong Kong, attivista transgender arrestata con un pretesto e detenuta in condizioni disumane

News - Francesca Di Feo 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə” - cher 1536x1004 1 - Gay.it

Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə”

Musica - Federico Boni 19.10.23
messico-violenza-persone-trans

Messico, è un massacro: quattro gli omicidi di persone trans documentati dall’inizio dell’anno

News - Francesca Di Feo 18.1.24
J.K. Rowling centro stupri anti-trans* Gay.it

J.K. Rowling partecipa ad una conferenza transfobica: “Pronta ad andare in galera per le mie opinioni”

News - Redazione 23.10.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23
Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che "lascerà Hollywood" per buttarsi in politica - Angelica Ross di Pose - Gay.it

Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che “lascerà Hollywood” per buttarsi in politica

Cinema - Redazione 26.9.23
Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
Giacomo Urtis rivela di essere in transizione e replica a Fabrizio Corona: "Voleva sposarmi, ci avevo creduto” - Giacomo Urtis - Gay.it

Giacomo Urtis rivela di essere in transizione e replica a Fabrizio Corona: “Voleva sposarmi, ci avevo creduto”

News - Redazione 27.9.23
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24