Ron DeSantis vuole portare la sua incostituzionale legge contro le drag alla Corte Suprema degli Stati Uniti

Prosegue la guerra alla comunità LGBTQIA+ del candidato repubblicano alla Casa Bianca.

ascolta:
0:00
-
0:00
Ron DeSantis vuole portare la sua incostituzionale legge contro le drag alla Corte Suprema degli Stati Uniti - Ron DeSantis 2 - Gay.it
2 min. di lettura

Ron DeSantis, governatore della Florida nonché candidato alle primarie repubblicane per conquistare la Casa Bianca, ha deciso di impugnare la decisione di un tribunale distrettuale che ha definito incostituzionale la sua legge contro le drag queen, come accaduto anche in Tennessee e Texas.

Il procuratore generale della Florida ha presentato un ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti, in difesa dell’ormai famigerato Protection of Children Act. In un documento di 167 pagine a sostegno della legge, firmata a maggio da DeSantis e bloccata dal tribunale distrettuale a giugno, il procuratore generale Henry Whitaker ha affermato che lo Stato sarebbe ora “incapace di far rispettare una legge che i suoi rappresentanti eletti hanno promulgato per la protezione dei propri figli”.

Il divieto firmato DeSantis consentirebbe allo Stato della Florida di revocare le licenze commerciali di qualsiasi luogo che permetta ai minori di assistere a spettacoli drag, anche se accompagnati dai genitori, nonché di emettere multe da $ 5.000 e $ 10.000 contro i locali ritenuti colpevoli. Hamburger Mary’s, bar e ristorante di Orlando noto per i suoi camerieri in abiti drag, ha citato in giudizio la legge, vincendo. Il distrettuale statunitense Gregory Presnell ha infatti bloccato temporaneamente il divieto in previsione di un processo, scrivendo che il Protection of Children Act rappresenterebbe una minaccia alla libertà di parola protetta costituzionalmente.

“Lo Stato sostiene che questo statuto mira a proteggere i bambini da spettacoli osceni dal vivo. Tuttavia, come spiegato [nei documenti giudiziari], la Florida dispone già di statuti che forniscono tale protezione”.

La Florida chiede ora alla Corte Suprema di consentirle di applicare parzialmente il divieto, sostenendo la possibilità di perseguire qualsiasi attività commerciale o luogo che ritenga violi la legge, ad eccezione di L’Hamburger Mary’s. Due settimane fa, l’undicesima corte d’appello degli Stati Uniti con sede ad Atlanta aveva confermato la sentenza del tribunale distrettuale, affermando che l’ingiunzione si applicherebbe all’intero stato. Ora DeSantis è partito al contrattacco, chiedendo che la legge venga applicata a tutti gli altri locali.

L’Hamburger Mary’s non ha affermato, né tantomeno provato, che l’applicazione della legge sulla protezione dei bambini ad altri nello Stato della Florida causerà danni effettivi o imminenti allo stesso Hamburger Mary”, si legge nell’appello di emergenza. “È stato comunque un grave errore da parte del tribunale distrettuale imporre lo statuto in quanto potrebbe applicarsi al resto del mondo”.

DeSantis ha firmato una serie di progetti di legge anti-LGBTQ+ da quando ha annunciato la sua corsa per la nomina repubblicana alla presidenza, incluso il divieto di assistenza per l’affermazione del genere per giovani trans, una versione ampliata della sua “Don’t Say Gay” e progetti di legge che hanno costretto le scuole e le biblioteche della Florida ad eliminare contenuti LGBTQ+ dagli scaffali.

La Corte Suprema degli Stati Uniti è attualmente a maggioranza repubblicana, con la storica sentenza Roe contro Wade a favore dell’aborto cancellata poco più di un anno fa e il matrimonio egualitario blidando da Joe Biden in previsione di un clamoroso colpo di coda.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24

Hai già letto
queste storie?

Gabriel Attal

Gabriel Attal, luci e ombre del Primo Ministro francese gay che piace alla destra

News - Lorenzo Ottanelli 11.1.24
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

L’ONU contro le leggi anti-LGBTQIA+ degli Stati Uniti: “Violano gli accordi sui diritti umani”

News - Redazione 16.11.23
Fedez in lacrime al governo Meloni: "La salute mentale è un'emergenza, non tagliate il bonus psicologo" - VIDEO - fedez - Gay.it

Fedez in lacrime al governo Meloni: “La salute mentale è un’emergenza, non tagliate il bonus psicologo” – VIDEO

Corpi - Redazione 30.10.23
Ron DeSantis abbandona le primarie, appoggia Trump e Biden stanzia 700.000 dollari a favore dei ragazzi trans - Ron DeSantis Trump Biden - Gay.it

Ron DeSantis abbandona le primarie, appoggia Trump e Biden stanzia 700.000 dollari a favore dei ragazzi trans

News - Redazione 22.1.24
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: "Vergogna, è un pericolo per la Costituzione" - Vannacci - Gay.it

Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: “Vergogna, è un pericolo per la Costituzione”

News - Redazione 4.12.23
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23
mike-johnson-impero-romano

USA, l’impero romano è caduto a causa degli omosessuali secondo lo speaker della Camera Mike Johnson

News - Francesca Di Feo 3.11.23