Festa del Papà, il messaggio di Carlo e Christian: “Promuoviamo modelli familiari basati sulla corresponsabilità”

In occasione della Festa del Papà, due genitori molto speciale si sono così espressi. Purtroppo, lo ha fatto anche Pillon.

festa del papà papà per scelta
Il messaggio dei padri gay per la festa del papà.
3 min. di lettura

Carlo e Christian sono i due fondatori di Papa per Scelta, la pagina Instagram e Facebook in cui i due ragazzi raccontano l’esperienza di essere due papà gay, intenti a crescere due gemellini, Julian e Sebastian. In occasione della Festa del Papà hanno condiviso un lungo post in cui raccontano quanto sia normale anche per un padre cambiare un pannolino, portare e andare a prendere il figlio a scuola, fare la spesa, preparare i pasti.

E non per questo sono mammi, ma papà.

Il post social per la Festa del Papà

Il post dei due padri gay:

Siamo una generazione di uomini chiamata a riscrivere le regole della paternità.
Da subito viviamo il ruolo di genitore tra il timore di sminuire la nostra virilità e il dubbio di sovrapporci alla figura materna sentendoci chiamare mammi. Ci definiscono eroi quando ci svegliamo la notte, strani se chiediamo il congedo parentale, distratti quando dimentichiamo la pasta di zinco.
Riceviamo una vagonata di ingiustificati complimenti – con annessa nomination a Genitore dell’Anno – solo per un cambio di pannolino, manco lo avessimo cucito a mano.

Viviamo ancora tante situazioni in cui ogni scelta che riguardi i nostri figli debba essere prima avallata, sottoscritta e supervisionata dal genitore donna. Dal pediatra, all’asilo, in farmacia, al centro commerciale è gentilmente richiesta una dichiarazione certificata con cessione di responsabilità decisionale al padre.

Se siamo tutti d’accordo, è tempo di lasciarci alle spalle il preconcetto secondo cui lo sport preferito di tutti i padri, oltre al lancio del telecomando, sia il declino delle responsabilità che schiviamo come buche nel centro storico di Roma. Non tutti gli uomini pensano che il trio sia un’ammucchiata o che la morfologica sia un esame di lettere.

Nel giorno in cui si celebra la figura paterna, chiediamo di non essere più considerati dei compagni di giochi serale o dei baby sitter domenicali. Permetteteci di acquisire gli strumenti per essere presenza e cura nella vita dei nostri figli. Lasciateci sbagliare, riprovare e ritentare senza farci sentire degli incapaci al primo errore che faremo. I nostri figli li abbiamo nutriti delle nostre emozioni ben prima che venissero al mondo. Oggi, oltre a celebrare tutti quei papà che ogni giorno fanno il proprio dovere, il mio augurio è che la società, insieme alle istituzioni, inizino a promuovere dei modelli familiari basati sulla corresponsabilità, dentro e fuori le mura domestiche.

Una richiesta, quella che Carlo e Christian fanno per la Festa del Papà. Una semplice richiesta. Quello di essere considerati padri a tutti gli effetti, ma non per il fatto di essere una famiglia omogenitoriale. Ma per non identificare il papà come un “genitore a chiamata“, disponibile solo per apporre firme, per intervenire quando bisogno, delegando tutto il resto alla madre.

Ma è intervenuto anche Pillon

Simone Pillon, come Giorgia Meloni ieri, ha scritto un post riguardante la Festa del Papà. E mentre la leader di Fratelli d’Italia ha puntato il dito contro genitore 1 genitore 2, fomentando ancora una volta la solita fake news, il senatore omofobo ha così bissato.

Auguri di cuore al mio papà e a tutti i papà, nella festa di san Giuseppe, nostro patrono.
Le ideologie antiumane vogliono cancellarci, sostituirci, dimenticarci, rieducarci, ridurci a comparse o a detenuti con diritto di visita.
Il papà non è una mamma, nè un mammo, nè un amicone, non è un baby sitter, nè un genitore 2 e neppure un bancomat.
Per essere papà è necessario essere uomini, cioè saper anteporre il bene dei figli alla nostra stessa vita, ed essere capaci di sacrificio, cioè di fare qualcosa di sacro.
Difficile compito il nostro, ma anche sublime: sollevare i nostri figli dalla terra e mostrar loro la via del Cielo.
Difficile compito, dicevo, ma vale la pena combattere per questo.
Ancora auguri!
La settimana scorsa Pillon aveva criticato la sentenza della Consulta secondo la quale i diritti dei bambini vanno garantiti anche nelle famiglie dello stesso sesso, spiegando che l’orientamento sessuale non incide in alcun modo sull’idoneità genitoriale. Per farlo, aveva preso in esame proprio i due papà per scelta, definendoli sequestratori di bambini.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+ - 003 001 S 02013 - Gay.it

Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+

Culture - Redazione 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Mara Sattei nel nuovo singolo "Tempo" in uscita il 19 Aprile, campiona un vecchio successo dei primi 2000 delle t.A.t.U.

Mara Sattei nel nuovo singolo “Tempo” campiona le t.A.T.u. che si finsero lesbiche: ma che fine hanno fatto?

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24

Hai già letto
queste storie?

famiglie arcobaleno in camper itinerante a Curno

Il camper itinerante di Famiglie Arcobaleno ha fatto tappa a Curno: il resoconto della giornata

News - Giorgio Romano Arcuri 20.3.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
graeme-reid-sogi

Difesa dei diritti LGBTIQA+ in Europa: eletto Graeme Reid in SOGI, ecco chi è e di cosa si occupa

News - Francesca Di Feo 20.10.23
Chiara Francini voce del podcast Refuge: "Alla ministra Roccella dico di ascoltare le storie di omobitransfobia" - INTERVISTA - chiara francini 2 - Gay.it

Chiara Francini voce del podcast Refuge: “Alla ministra Roccella dico di ascoltare le storie di omobitransfobia” – INTERVISTA

News - Federico Boni 10.11.23
Copyright @Danimale_sciolto

Cosa significa decriminalizzare il sex work: oltre lo stigma e la violenza istituzionale

Corpi - Redazione Milano 21.12.23
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
Palermo, 17enne alla giudice: "Affidatemi alla coppia di ballerini che mi ha reso felice" - Marcello Carini e Gianluca Mascia - Gay.it

Palermo, 17enne alla giudice: “Affidatemi alla coppia di ballerini che mi ha reso felice”

News - Redazione 17.11.23