Il Conservatorio di Bologna utilizza per la prima volta lo schwa, la risposta di Michela Murgia

Anche stavolta lo schwa si dimostra più possibile di quanto crediamo.

ascolta:
0:00
-
0:00
shwa e michela murgia
shwa e michela murgia
2 min. di lettura

Lo schwa è quella piccola lettera abbastanza potente da mandare in cortocircuito comunque.

L’Accademia della Crusca non vuole sentirne parlare, ma la sfida ai puristi della lingua italiana è iniziata già da tempo: da Gabriele Lodetti che l’ha inserita nel tema di maturità al linguista Andrea Antonio Orlandi che ci ha fatto una tesi di laurea sopra, fino alla Rai che l’ha utilizzata nei sottititoli dei Diversity Awards 2023 o ma anche il videogioco Wild Hearts, diventata prima opera audiovisiva a usare lo schwa nel doppiaggio italiano.

Piaccia o non piaccia, la rivoluzione va avanti: è ora il turno del Conservatorio di musica Giovan Battista Martini di Bologna, che nei documenti ufficiali riguardanti l’elenco degli ammessi per l’anno accademico 2023/2024 ha indicato chiunque con lo schwa.

 

Storia di Michela Murgia
Storia di @michimurgia

 

Non più “idoneo/a” o “ammesso/a” ma idoneə e ammessə. Un dettaglio non da poco, che conferma come anche gli ambienti accademici si stiano sempre più sensibilizzando ad un linguaggio inclusivo e non binario.

Ne ha parlato anche Michela Murgia, sin da sempre pro-schwa e alle piccole grandi rivoluzioni, che ha scritto ironicamente nelle sue Instagram stories: “Lo schwa non lo userà mai nessuno” per poi allegare lo screenshot delle graduatorie con il simbolo sui documenti ufficiali.

Murgia è solo una dellə tante a sostegno: dall’autrice di Ragazz*, Lorenza Bernardi, che l’ha definita essenziale per “decretare l’esistenza di una persona o di una cosa” e “dare il nome a qualcosa significa dargli la dignità di un’esistenza“, a Vera Gheno che pur riconoscendone alcuni limiti, ne ha rimarcato l’importanza in quanto “offre potere a chi resta ai margini”.

Come ribadiscono in tantə, lo schwa non è la soluzione definitiva, ma contribuisce a mantenere il dibattito aperto, a porre l’attenzione sulle esigenze di ogni soggettività, permettendo il dinamismo di una lingua che non può e non vuole restare ferma.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Kamala Harris presidente, l'endorsement di Human Rights Campaign: "Campionessa per l'uguaglianza LGBT" - Kamala Harris - Gay.it

Kamala Harris presidente, l’endorsement di Human Rights Campaign: “Campionessa per l’uguaglianza LGBT”

News - Federico Boni 22.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24

Continua a leggere

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega 2024 con 'L'età fragile': "Tutto ciò che accade è umano" - La nostra intervista - Sessp 15 - Gay.it

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega 2024 con ‘L’età fragile’: “Tutto ciò che accade è umano” – La nostra intervista

Culture - Federico Colombo 5.7.24
Jeremy Allen White (Calvin Klein)/ Gerrard Woodward (BRLO)

E se lo spot con Jeremy Allen White fosse interpretato da un uomo bear?

Corpi - Redazione Milano 2.2.24
Biennale Arte Venezia 2024 - Foreign Everywhere by Adriano Pedrosa

Siamo ovunque: cosa aspettarci dalla Biennale queer e decolonizzata di Adriano Pedrosa

Culture - Redazione Milano 2.2.24
Jhoselyn & Courtney Gaddy (Facebook)

Jhoselyn e Courtney ci accolgono tra ayahuasca, terapie psichedeliche, poliamore e rinascita – intervista

Lifestyle - Riccardo Conte 4.7.24
Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay - cover insulti - Gay.it

Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay

News - Redazione 28.5.24
@simoneriflesso

“Impareremo mai a parlare di disabilità?”: intervista con Simone Riflesso, tra autodeterminazione e orgoglio queer

Corpi - Riccardo Conte 30.5.24
schwa

“Per il 54% degli italiani il linguaggio inclusivo è solo una moda”, l’indagine completa

News - Redazione 13.5.24
Credit:Pooneh Ghana

La curiosità psichedelica di Cassandra Jenkins, intervista

Musica - Riccardo Conte 9.7.24