Milano proclamata Zona di Libertà LGBTQ+ e prima città d’Italia con un Registro di Genere per le persone trans*

Giornata molto significativa quella vissuta a Palazzo Marino, con due importanti ordini del giorno approvati.

ascolta:
0:00
-
0:00
Milano proclamata Zona di Libertà LGBTQ+ e prima città d'Italia con un Registro di Genere per le persone trans* - milano pride - Gay.it
Circa 20.000 persone hanno presenziato tra Arco della Pace e Parco Sempione, con un unico grido a riecheggiare su Milano: “DDL Zan subito!”.
3 min. di lettura

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Monica J. Romano (@monicajromano)

Alla vigilia della Giornata Internazionale contro l’Omotransfobia, Palazzo Marino ha approvato i primi due documenti di questa consigliatura dedicato alla comunità LGBTQ+ milanese. Milano è stata infatti ufficialmente proclamata Zona di Libertà per le persone LGBTQ+, in risposta alle Free LGBT Zones polacche e ungheresi. E non è finita qui, perché Milano è diventata anche la prima città italiana ad avere un Registro di Genere dedicato ai cittadini transgender, non conformi e non binari.

Una mozione, quest’ultima, presentata da Monica Romano – prima donna transgender eletta a Milano – per l’istituzione di un Registro per il riconoscimento del genere di elezione per le persone transgender e non binarie. Il Registro consentirà ai cittadini transgender milanesi di avere documenti di riconoscimento di competenza del Comune (abbonamento ATM, tessere delle biblioteche, badge e documenti di riconoscimento aziendali per i dipendenti del Comune di Milano e delle aziende partecipate) che riportino il nome da loro scelto e non più il nome anagrafico. La mozione approvata prevede inoltre misure per rendere effettivo il diritto di voto delle persone transgender che – a causa del problema dei seggi elettorali suddivisi in base al sesso – spesso disertano le urne per evitare situazioni di imbarazzo. D’ora in poi, per ottenere i documenti con il nome scelto, per i cittadini transgender sarà quindi sufficiente fare una dichiarazione davanti a un ufficiale di stato civile.

In attesa di una nuova legge nazionale che riconosca il diritto all’identità di genere e all’autodeterminazione delle persone transgender – la legge attualmente in vigore è ormai di 40 anni fa e del tutto inadeguata – l’approvazione di questo registro è un traguardo molto importante. Oggi le persone transgender devono affrontare percorsi che possono durare anche anni, frustranti quanto costose perizie psichiatriche e mediche, passaggi da avvocati e tribunali che allungano i tempi e costano migliaia di euro – prima di vedere riconosciuto un diritto che dovrebbe essere dovuto e soltanto validato dalle istituzioni. Tutto questo avviene in contrasto con gli orientamenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che – ormai quattro anni fa – ha stabilito che essere transgender non è una malattia psichiatrica. Come il Registro delle Unioni Civili approvato a Milano nel 2012 anticipò il riconoscimento delle coppie omosessuali, oggi il Registro di Genere sarà avanguardia per il riconoscimento della cittadinanza delle persone transgender“, ha commentato Monica Romano.

Milano proclamata Zona di Libertà LGBTQ+ e prima città d'Italia con un Registro di Genere per le persone trans* - Milano Zona di Libertà per le persone LGBTQ - Gay.it

Il primo ODG ieri approvato fa invece parte della campagna #ILoveWhereILive del PES Committee of the Regions, cui hanno aderito altre città come Parigi, Lisbona e Vienna, e prende spunto dalla risoluzione del Parlamento Europeo di due anni fa sullo stesso tema. A presentare l’ordine del giorno i consiglieri Michele Albiani, Angelo Turco e Carmine Pacente.

Ringrazio di cuore i colleghi firmatari Angelo Turco e Carmine Pacente, quest’ultimo insieme all’assessora Arianna Censi membri proprio del gruppo Committee of the Regions“, ha scritto sui social Albiani, eletto con il Partito Democratico. “La prima azione sarà l’esposizione della bandiera arcobaleno a Palazzo Marino, nel mentre lavoreremo alle azioni pratiche per migliorare la vita della comunità arcobaleno della nostra città. In testa ho, ad esempio, il Centro LGBTQ+ chiesto dal movimento milanese durante la campagna elettorale“.

Milano proclamata Zona di Libertà LGBTQ+ e prima città d'Italia con un Registro di Genere per le persone trans* - Milano 2 Zona di Libertà per le persone LGBTQ 3 - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24

Leggere fa bene

Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
La figlia dell'ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - La figlia dellex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - Gay.it

La figlia dell’ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender

News - Redazione 13.5.24
Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024 - Libri LGBT primavera 2024 - Gay.it

Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024

Culture - Federico Colombo 8.5.24
stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
rishi sunak transfobico

Regno Unito, il premier Rishi Sunak torna alla carica contro la comunità trans

News - Francesca Di Feo 6.12.23
@mattheperson

Una chiacchierata con Matt Taylor, tra TikTok e queerness

Culture - Riccardo Conte 13.2.24