Votare candidati non binari, la proposta di un consigliere comunale

Perché avere soltanto genere maschile e femminile? Dalla Sicilia la proposta di Paolo Mascena.

ascolta:
0:00
-
0:00
genere non binario paolo mascena
genere non binario paolo mascena
2 min. di lettura

Poter votare anche candidati di genere non binario alle elezioni comunali, quando siamo solitamente invitati ad esprimere una preferenza per due generi, femminile e maschile. È la proposta di Paolo Mascena, consigliere comunale di minoranza di Furci Siculo, comune dell’area metropolitana di Messina, con una popolazione di circa 3200 abitanti.

“Chiunque deve godere degli stessi diritti” ha spiegato Mascena, presentando un emendamento per modificare il regolamento per il funzionamento dei comitati di quartiere, premessa elettorale per poi sospingere la modifica fino eventualmente alle elezioni del consiglio comunale. L’iniziativa politica è giunta in aula – ed è questa la buona notizia, che potremmo definire il primo sasso nello stagno – con l’ambizione di permettere, all’elettore che volesse esprimere due preferenze, di indicarne anche una di genere non binario, pena annullamento anche dell’altra preferenza.

Pochi giorni fa la notizia della sentenza storica del Tribunale di Roma che ha riconosciuto per la prima volta una identità di genere non binario. La Colombia si appresta a sua volta a trascrivere l’identità non binaria sui documenti.

Intervistato da un quotidiano locale, Mascena ha dichiarato: “L’idea nasce dalla necessità di voler vedere gli stessi diritti per qualsiasi membro della società, indipendentemente dal proprio genere o non genere sessuale, chiunque dovrebbe avere la possibilità di candidarsi, ma ancora oggi molti diritti sono negati alla comunità Lgbtqia+ ed essere stato portavoce della questione per la prima volta non solo nel nostro comune, ma probabilmente anche nella regione, mi fa carico di una responsabilità enorme. Non appena vi sarà una normativa adeguata al caso – ha spiegato così Paolo Mascena la propria iniziativa politica – l’emendamento verrà riproposto da me o da chiunque altro sarà al mio posto, l’importante non è chi porti avanti le idee, ma che queste possano diventare un elemento concreto per la comunità e spero se ne discuta anche negli altri comuni. In sede di Commissione consiliare prima e Consiglio comunale poi – ha aggiunto Mascena – ho visto quanto la tematica ha avuto un riscontro positivo, ringrazio il Consiglio comunale in tutte le sue parti e il presidente Carmelo Maccarrone per avermi mi ha dato questa possibilità ed avere l’opportunità di parlare per la prima volta di tematiche tanto importanti quanto delicate. Poterne discuterne in aula consiliare è stato un grande traguardo in vista di un obbiettivo molto più grande da raggiungere. Questo è solo l’inizio e spero che non solo i colleghi del mio comune discutano di diritti civili ma anche quelli delle amministrazioni dei vari comuni limitrofi e non, sarebbe un grande senso di civiltà, democrazia ed innovazione”.

Anche Treccani, nell’affrontare la questione “schwa” ha recentemente supportato il riconoscimento dell’identità non binaria rispetto al tema della lingua.

Il Presidente della commissione consiliare Maccarrone ha speso parole di apertura all’iniziativa di Mascena “è stato un successo già discuterne e vedere tutti d’accordo, bocciarlo sarebbe stato sbagliato e attendiamo di trovare una formula adeguata”.

La cattiva notizia è che, nonostante le intenzioni di apertura dimostrate dalla commissione consiliare, l’emendamento non è stato dichiarato ammissibile, perché la legge italiana non prevede candidature di genere diverso da quello maschile e femminile, dunque si rischierebbero ricorsi post elettorali, che invaliderebbero le elezioni dei Comitati di quartiere.

La buona notizia è che un primo sasso è stato gettato, grazie a questo giovane ragazzo che ha messo in moto un’iniziativa politica concreta. Attendiamo ora che lo stagno Italia venga smosso anche da altre iniziative analoghe a quella di Paolo Mascena, coraggioso consigliere comunale di un piccolo paese siciliano. (gf)

 

Non solo transizione di genere, ma affermazione di genere  > Leggi > 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24

Continua a leggere

Gabriel Attal: “Francesi vuol dire poter essere premier rivendicando apertamente la propria omosessualità” - VIDEO - Gabriel Attal 1 - Gay.it

Gabriel Attal: “Francesi vuol dire poter essere premier rivendicando apertamente la propria omosessualità” – VIDEO

News - Redazione 31.1.24
Fabrizio Benetti Schio Elezioni Comunali 2024 - MaiMa LGBTI

“Garantire trascrizione dei figli di coppie omogenitoriali” Fabrizio Benetti di Maima e la sua candidatura a Schio

News - Gay.it 4.6.24
DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: "Propaganda omofoba" - DDL Varchi Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA - Gay.it

DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: “Propaganda omofoba”

News - Redazione 22.5.24
Nex Benedict

Nex Benedict, secondo l’autopsia si è toltə la vita dopo l’aggressione transfobica

News - Redazione Milano 14.3.24
@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
Aleksander Miszalski al cracovia pride

Polonia, il nuovo sindaco di Cracovia si unirà al Pride e isserà la bandiera rainbow sul Municipio

News - Francesca Di Feo 10.5.24
Elly Schlein

Donne LGBTI+ e politica: pregiudizi, molestie, violenze, così la resistenza patriarcale tenta di dissuaderle

News - Francesca Di Feo 29.3.24
@mattheperson

Una chiacchierata con Matt Taylor, tra TikTok e queerness

Culture - Riccardo Conte 13.2.24