Libri al Festival – storie, romanzi e biografie delle dive di Sanremo

Visto che sui social e al lavoro, sui giornali e a tavola, al bar, in metro e su whatsapp si parlerà moltissimo di quel frullatore mediatico che è Sanremo, allora ne approfittiamo anche per consigliarvi qualche lettura a tema, libri scritti da chi quel palco l’ha calcato davvero.

ascolta:
0:00
-
0:00
Libri al Festival – storie, romanzi e biografie delle dive di Sanremo - Loredana Berte è la vincitrice morale di Sanremo 2019 - Gay.it
8 min. di lettura

È la settimana più canterina dell’anno, la settimana in cui – volente o nolente – ci troviamo tutti (e menomale!) a ricordarci che non sono mai solo canzonette, che la musica leggera (anzi leggerissima) non è leggera affatto, può pesare come il piombo, catalizzare l’attenzione di un intero paese, di un intero continente. Visto che sui social e al lavoro, sui giornali e a tavola, al bar, in metro e su whatsapp si parlerà moltissimo di quel frullatore mediatico che è Sanremo, allora ne approfittiamo anche per consigliarvi qualche lettura a tema, libri scritti da chi quel palco l’ha calcato davvero.

1) Levante, Se non ti vedo non esisti – Questa è l’ultima volta che ti dimentico – E questo cuore non mente – Rizzoli

Amazon.it: Se non ti vedo non esisti - Levante - Libri

Dopo la sua esperienza a Sanremo 2020 con TikibombomLevante torna in gara anche quest’anno con Vivoun brano autobiografico intenso e liberatorio sulle gioie del corpo e la riscoperta del desiderio. Ma forse non tutti sanno che la cantautrice siciliana ha firmato anche tre romanzi di successo, tutti editi da Rizzoli: Se non ti vedo non esisti; Questa è l’ultima volta che ti dimentico; E questo cuore non mente. Tre storie sincere e agrodolci, tre protagoniste romantiche e coraggiose, sempre sospese tra la ricerca dell’amore e della verità su sé stesse. In dialogo costante con la sua musica e i suoi brani (dove Levante dà il meglio di sé, ma questo lo sappiamo), Claudia Lagona dimostra di sapere gestire le parole come poche altre artiste della sua generazione. In bocca al lupo per la gara, cara Levante!

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2020 con Tikibombom.

2) Nada, Le mie madri – Il mio cuore umano – La grande casa – Leonida – Materiale domestico 

Leonida - Nada Malanima - Edizioni di Atlantide

Se c’è una tra le artiste del nostro panorama musicale che possiamo definire anche scrittrice, questa artista è Nada Malanima. Vera enfant prodige della canzone, Nada debutta a Sanremo nel 1969, a soli quindici anni. Poi ci torna altre sei volte, sempre nuova e rinnovata. Una volta in coppia con Ron e una volta con Nicola di Bari, con il quale trionfa nel 1971. Dopo alcune partecipazioni meno memorabili, torna in gara nel 1999 con quel piccolo capolavoro che è Guardami negli occhi e nel 2007 con Luna in piena, forse la più felice tra le pagine della sua mastodontica carriera. Dal pop al rock, dal mainstream alla musica autoprodotta, dalla hit parade a Piero Ciampi, Nada è un’antidiva e un’intellettuale, una cantautrice di razza e una scrittrice formidabile. Sono passati ormai vent’anni dal suo debutto letterario con Le mie madri, vent’anni in cui la cantautrice toscana ha alternato con grande maestria la parola scritta a quella cantata risultando sempre credibile e incredibile, oscura ed esplosiva, amara e maledetta.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2007 con Luna in piena.

3) Ornella Vanoni, Una bellissima ragazza, Mondadori

Una bellissima ragazza. La mia vita - Dotto, Giancarlo - Vanoni, Ornella - Ebook - EPUB2 con Adobe DRM | IBS

Lei all’Ariston ci torna anche quest’anno, non in gara ma come super ospite. Ha 8 partecipazioni all’attivo: la prima nel 1965, l’ultima nel 2018 con Bungaro e Pacifico. La sua carriera è passata da Sanremo, ma ha vissuto anche e soprattutto di altri palcoscenici, soprattutto quelli teatrali. Ornella Vanoni è la migliore interprete della nostra canzone, raffinata e borghese, sgangherata e sensualissima. La sua voce trasforma in velluto tutto ciò che tocca e le sue canzoni hanno segnato sì la storia del Festival, ma anche quella del nostro paese. La sua di storia, invece, è raccontata in un libro che lei stessa ha firmato insieme a Giancarlo Dotto: Una bellissima ragazzaMondadori.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 1999 con Alberi. 

4) Nina Zilli, L’ultimo di sette, Rizzoli

Manca all’Ariston da un po’, purtroppo. La sua ultima partecipazione risale al 2018, quando con Senza appartenere si classifica solo diciassettesima. Qualche anno prima, invece, ci aveva persino rappresentato all’Eurovision con L’amore è femmina. Nina Zilli è una delle poche blues woman italiane, una musicista sopraffina e un’interprete di grande stile, che lo scorso anno ha fatto il suo debutto in libreria con L’ultimo di sette, un romanzo che intreccia arte e amore in una prosa ammaliante e piena di passione. Brava Nina, noi speriamo di vederti presto di nuovo all’Ariston.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2010 con L’uomo che amava le donne.

5) Francesca Michielin, Il cuore è un organo, Mondadori

Il cuore è un organo - Francesca Michielin - Libro - Mondadori - Novel | IBS

Cantautrice, direttrice d’orchestra, conduttrice televisiva e scrittrice: Francesca Michielin, nonostante la giovane età, è tante cose tutte insieme. Un’artista eclettica e versatile, che gioca con le parole e cerca il suo suono, la sua dimensione, la sua espressione. Nel 2012, qualche mese dopo il suo trionfo a X Factor, Michielin arriva all’Ariston di rosa vestita. È ospite di Chiara Civello, insieme al pianoforte, cantano Al posto del mondo, che non arriva in finale. Nel 2016, invece, torna in riviera, questa volta in gara. Il brano, Nessun grado di separazione, è centratissimo e si posiziona al secondo posto dietro Gli Stadio. Passano un po’ di anni e Francesca Michielin torna all’Ariston nel 2020 al fianco di Levante nella serata dei duetti e nel 2021 (l’anno dell’Ariston vuoto) con l’amico Fedez, questa volta in gara, ancora una volta al secondo posto. L’anno scorso, ha accompagnato Emma dirigendo l’orchestra e duettano su Baby One More Time. Con un nuovo album in cantiere e fresca della conduzione (riuscita!) di X Factor, Michielin ha anche pubblicato un libro per i tipi di Mondadori. Si intitola Il cuore è un organo e la protagonista è una giovane popstar di nome Verde. Fresco e maturo, come tutta la produzione di Francesca Michielin.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2012 con Al posto del mondo, ospite di Chiara Civello.

6) Erica Mou, Nel mare c’è la sete, Fandango

Libri al Festival – storie, romanzi e biografie delle dive di Sanremo - Nel mare c%C3%A8 la sete admin - Gay.it

Facciamo un salto indietro nel tempo. È il 2012, il Festival di Sanremo è condotto da Gianni Morandi e Rocco Papaleo. Il podio dei Big è tutto al femminile: trionfa Emma con Non è l’inferno, seguita da Arisa e Noemi. Nelle Nuove Proposte, invece, vince Alessandro Casillo, teen idol del momento con un brano discutibile e una carriera che di lì a breve si avvierà al tramonto. Dietro di lui, Erica Mou che con la sua Nella vasca da bagno del tempo vince il Premio della Critica Mia Martini e dà il via a una bella carriera da cantautrice di spessore. Tra musica, cinema e teatro, Erica Mou scrive anche un romanzo: Nel mare c’è la sete (Fandango). Una storia tenera e potentissima sugli amori scarcassati e il desiderio di autodeterminazione. Con le parole ci sa fare davvero e noi ci auguriamo presto di rivederla all’Ariston e in libreria.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo con Nella vasca da bagno del tempo.

7) Maria Antonietta, Sette ragazze imperdonabili, Rizzoli

Amazon.it: Sette ragazze imperdonabili. Un libro d'ore - Maria Antonietta - Libri

Maria Antonietta è uscita da poco con un nuovo singolo, Arrivederci, che anticipa il nuovo album e la nuova tournée. Ragazza irriverente e imperdonabile, musicista ruvida e letteraria, Maria Antonietta ha all’attivo quattro album, un bellissimo programma su Sky Arte e un libro che vi invitiamo a recuperare: Sette ragazze imperdonabiliUn omaggio alle sue sorelle spirituali, alle poete e pensatrici che l’hanno ispirata e hanno acceso il suo amore per le parole. A metà strada tra l’agiografia e il ritratto, il libro edito Rizzoli racconta le vite di Emily Dickinson, Etty Hillesum, Sylvia Plath, Antonia Pozzi, Cristina Campo, Marina Cvetaeva e Giovanna d’Arco. Un libro stupendo scritto da una delle artiste più talentuose della nostra musica, che all’Ariston c’è passata di sfuggita, giusto una toccata e fuga nella serata dei duetti del 2020, quando insieme a Levante e Francesca Michielin ha cantato Si può dare di più.

8) Chiara Iezzi, In un solo grammo di cielo, SEM Libri

Libri al Festival – storie, romanzi e biografie delle dive di Sanremo - Schermata 2019 02 01 alle 12.17.32 - Gay.it

È conosciuta come la biondina di Paola e Chiara, il viso d’angelo che, insieme alla sorella, ha infuocato le estati a cavallo tra gli anni Novanta e gli anni Duemila. Dopo diversi anni di pausa, le sorelle più famose d’Italia tornano all’Ariston (in gara!) con Furore. Cosa è successo in questi anni? Di cosa si è occupata Chiara Iezzi prima della reunion? Ha recitato (tanto) e ha scritto un bel libro, pubblicato da SEM. In un solo grammo di cielo racconta la storia di Emily e del suo dolore che sfocia in una nuova energia vitale. Un romanzo adatto a giovanissimi e non, una storia che conferma la sensibilità di una cantautrice che è molto più dei suoi tormentoni.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2005 con A modo mio. 

9) Patty Pravo, La cambio io la vita che, Einaudi

Copertina del libro La cambio io la vita che… di Patty Pravo

Istrionica, eterea e aliena, Patty Pravo più che un’artista è un monumento nazionale. Dieci volte in gara Sanremo, quattro Premi della Critica e una sfilza infinita di look iconici e inarrivabili. Patty Pravo è la storia del Festival, una storia nutrita dalle sue mani tese verso l’orchestra, dalle sue gomme appiccicate sull’asta, dai suoi seni aperti verso la platea e dai suoi brani, sopratutto dei suoi brani sempre in bilico tra l’erotico e il celestiale. Una vita, la sua, che sembra un film recitato da Meryl Streep. Una vita che sembra quasi un romanzo di Karen Blixen, ma che invece è tutta vera. Una vita vissuta intensamente e raccontata in La cambio io la vita che, l’autobiografia edita da Einaudi, che ripercorre le vicende di una donna che ha ammaliato Ezra Pound e Leo Ferré, Mick Jagger e Jimi Hendrix. Una femmina e un’artista, una bambina e una donna senza tempo. La Patty e Nicoletta. Mille mondi tutti insieme.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 2002 con L’immenso.

10) Marina Rei, Un giorno nuovo, La Corte

Un giorno nuovo - Marina Rei - Libro - La Corte Editore - | IBS

Anche Marina Rei manca da molto alla gara di Sanremo e non è scontato, a dire il vero, che voglia tornarci a tutti i costi. La sua dimensione ideale è quella dei club e della musica indipendente, dell’artigianato culturale e del cantautorato sperimentale. Circa trent’anni di carriera, ma “solo” quattro partecipazioni in gara a Sanremo (l’ultima nel 2005 con Fammi entrare), Marina Rei è un’artista che c’è solo quando sente l’esigenza di esserci, una musicista che non accetta più il compromesso e che ha scelto di esprimersi nei modi e nei tempi a lei più congeniali. Lo scorso anno ha pubblicato anche un romanzo con La Corte editore: Un giorno nuovoUna storia di dolore e di rinascita, di affetti e solidarietà, un romanzo di musica, certo. Tanta musica.

Qui la sua esibizione a Sanremo 1999 con Un inverno da baciare.

11) Loredana Bertè, Traslocando. È andata così, Rizzoli

Settembre 1982. Loredana Bertè, all’apice della sua carriera, pubblica uno dei migliori album della sua discografia, Traslocando. Nella tracklist, brani come Non sono una signora, Stella di carta e J’adore Venise. A distanza di oltre 30 anni da quell’album, Bertè confeziona per Rizzoli un’omonima autobiografia che ripercorre la sua carriera e la sua vita: le prime fughe, la famiglia, il temperamento, i palcoscenici, le discese e le risalite, i successi e il buio. Un testo utile a comprendere la vita di una donna che ha contrassegnato la nostra cultura. L’unica rocker a suo agio su qualsiasi palcoscenico, compreso quello dell’Ariston, dove è stata undici volte in gara. Ammanettata, arrabbiata, fintamente incinta, avvolta dal lattex o dal dolore, a gambe nude o fasciata da abiti neri, ogni volta che Bertè è passata su quel palco lo ha incendiato. Lunga vita.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 1997 con Luna.

12) Rettore, Dadauffa. Memorie agitate, Rizzoli

Dadauffa - Donatella Rettore - Libro - Rizzoli - Varia | IBS

Rettore è un mosaico, un caleidoscopio, un collage, un domino. Rettore è un punto di colore in un mare di buio. È un’artista controversa e sbilenca, una cantautrice indomita e un’interprete atipica. Al Festival ha partecipato cinque volte, l’ultima delle quali l’anno scorso in coppia con Ditonellapiaga. Rimarranno per sempre memorabili, però, le sue apparizioni del 1986 e del 1994 quando in gara rispettivamente con Amore Stella e Di notte specialmente lascia tutti con il fiato sospeso per l’intensità dei brani e per i look stravaganti e geniali. Dadauffa è la raccolta delle sue memorie agitate, il racconto di una vita instancabile, di una donna che ha dato tutto quello che poteva alla sua musica e alla sua esistenza.

Qui la sua esibizione al Festival di Sanremo 1986 con Amore Stella.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24

Leggere fa bene

Marco Mengoni, sanremo 2024

Sanremo 2024, il Festival di Marco Mengoni minuto per minuto: in diretta dall’Ariston

News - Luca Diana 6.2.24
Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024 - Sessp 24 - Gay.it

Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024

Musica - Federico Colombo 31.1.24
A Sanremo 2024 una Emma in evoluzione con la sua "Apnea" - Sessp 25 - Gay.it

A Sanremo 2024 una Emma in evoluzione con la sua “Apnea”

Musica - Federico Colombo 6.2.24
Amadeus, Sanremo 2024

Sanremo 2024, chi condurrà il Festival della Canzone Italiana? Ecco tutti i nomi

Culture - Luca Diana 29.11.23
Paola e Chiara saranno protagoniste anche a Sanremo 2024

Sanremo 2024, Paola e Chiara ospiti della serata cover?

Musica - Emanuele Corbo 19.1.24
20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale - Sessp 6 - Gay.it

20 saggi queer usciti nel 2023 da regalare a Natale

Culture - Federico Colombo 18.12.23
ace asessualità 5 libri

Asessualità, 5 libri a tema per l’ACE Awareness Week

Culture - Federico Colombo 26.10.23
Vista da Sanremo questa Italia fa paura - Sessp 34 - Gay.it

Vista da Sanremo questa Italia fa paura

Culture - Federico Colombo 11.2.24