“La nostra comunità non si piega a non si piegherà mai alle continue vessazioni”: il Matera Pride sabato 22 luglio 2023

L'onda arcobaleno travolge anche la suggestiva città dei Sassi: la partenza del Matera Pride è prevista alle 17 circa presso il quartiere di Villalongo.

ascolta:
0:00
-
0:00
matera-pride-2023
5 min. di lettura

L’Italia si veste di arcobaleno in un’esplosione di colori e di orgoglio: quest’anno, più di cinquanta parate Pride si sono svolte e si stanno svolgendo su tutto il territorio nazionale. Da Nord a Sud, città dopo città, si è levata la voce dell’inclusione e della celebrazione delle diverse identità di genere e orientamenti sessuali.

In questa straordinaria ondata di eventi, quest’anno Gay.it ha deciso di mettere in luce non solo le grandi parate Pride delle metropoli, ma anche le manifestazioni più piccole e autentiche delle province italiane.

Vogliamo dare voce a tutte le realtà locali, riconoscendo l’importanza di ogni singolo passo compiuto verso l’accettazione e l’uguaglianza. Ogni città, ogni piccolo comune che si colora di arcobaleno, contribuisce a costruire un’Italia più inclusiva e aperta a tutti.

Ed è con questo spirito di celebrazione delle realtà locali che siamo impazienti di porre l’attenzione sul Matera Pride 2023, previsto per questo sabato 22 luglio. La splendida città dei Sassi, carica di storia e cultura, si prepara a illuminarsi di arcobaleno in un evento che promette di essere indimenticabile.

Il Matera Pride, con la sua unicità e la sua passione, ci ricorda che l’importanza di queste manifestazioni va ben oltre la loro dimensione geografica o numerica. Ogni Pride, grande o piccolo, è una tappa fondamentale nel cammino verso una società più inclusiva, dove ognuno ha il diritto di essere se stesso senza paura di giudizi o discriminazioni.

In questa intervista al Matera Pride, avremo l’opportunità di ascoltare le voci del comitato organizzatore, che si ergono con orgoglio nella suggestiva cornice delle piazze e dei vicoli di Matera.

 

Comune e Regione hanno dato patrocinio al Matera Pride? Quali istituzioni locali avete dichiaratamente dalla vostra parte?

Il Matera Pride è patrocinato dal Comune di Matera, regione Basilicata, Commissione Regionale Pari Opportunità della Basilicata, Ufficio della Consigliera di Parità, Matera 2019 open future.

Possiamo vantare inoltre numerosi supporters e sponsors locali e non che ci hanno supportato anche economicamente.

Qual è il rapporto della comunità queer locale con il sindaco e la giunta?

Da qualche anno, in particolare dal 2019, anno importantissimo per la ns. Città, anno di Matera Capitale Europea della Cultura, nonché anno della prima edizione del Matera Pride –  a differenza degli anni precedenti e delle precedenti amministrazioni, l’attuale amministrazione ha mostrato una notevole sensibilità nel voler porre le basi per costruire qualcosa insieme e un discreto interesse nel voler implementare protocolli di intesa e tavoli tematici riguardo i diritti delle persone LGBTQIA+.  Noi ci siamo! Accogliamo i loro inviti e comunque siamo sempre pronti e disponibili a farci sentire. 

Matera, già città simbolo di accoglienza internazionale e di cultura, può e deve rappresentare un esempio e un modello vincente a difesa e promozione dei diritti civili in una Italia che ancora rappresenta il fanalino di coda in Europa.

Il Matera Pride ha un tema specifico? Un motto?

Il Matera Pride ha un tema solo: essere il Pride di TUTTI ! L’obiettivo è trasformare l’indignazione, la paura e la rabbia per i soprusi e le discriminazioni esercitate sulle nostre esistenze, in partecipazione attiva e costruttiva attraverso percorsi politici e culturali rivolti alle istituzioni e alla cittadinanza.

Tra i nostri scopi c’è anche il voler creare spazi e occasioni di consapevolezza collettiva su temi quali: rispetto delle differenze, educazione alle emozioni e all’affettività, diritti delle persone LGBTQIA+. Quella del 2023 sarà una edizione importantissima, soprattutto per lo scenario politico dell’attuale governo Meloni con cui ci sta confrontando.

Non da ultimo, la Commissione Politiche europee del Senato, lo scorso marzo 2023 ha bocciato la proposta di regolamento UE per il riconoscimento dei diritti dei figli anche di coppie omogenitoriali e l’adozione di un certificato europeo di filiazione.

Il blocco alle trascrizioni dei certificati di nascita dei figli delle famiglie omogenitoriali, basata sulla circolare adottata dal Prefetto su indicazione del ministero dell’Interno, si allinea al no già opposto alla proposta di introdurre in Italia il certificato europeo di filiazione.

Viviamo in un’Italia il cui governo è pronto a schiacciare chiunque sia diversə, a partire dalle persone LGBTQIA+.

Lo slogan scelto per il progetto Matera Pride 2023 “Dire, Fare, Baciare”, prende spunto, da un gioco che si faceva da bambini che serviva a sperimentare i primi approcci con l’altro, le prime dichiarazioni, i primi baci, e ancora dalla filastrocca fanciullesca, dove:

  • «Dire» rappresenta l’espressione del sé e la manifestazione a parole dei propri valori e delle proprie idee; la Comunità LGBTQIA+ non si ferma davanti a una società che etero normalizza e che si pone da garante di una “normalità” precostituita, ma rivendica i diritti di persone e la libertà di essere se stessɜ.
  • «Fare» indica l’azione, l’invito a esporsi attivamente, perché a volte le parole non bastano, ma occorrono i fatti; la Comunità LGBTQIA+ marcia ed occupa le piazze con l’intento di creare una società inclusiva e vivibile per tuttɜ, di affermare le rispettive esistente e differenze, rivendicando il diritto di essere tutelati da una legge che consideri tuttɜ cittadinɜ ugualɜ e con uguali diritti.
  • «Baciare» invita a lasciarsi andare e diventare icona di cambiamento andando oltre parole e fatti per diventare immagine e manifesto d’amore.

Un gioco che, in questa occasione, diventa un mantra e, al tempo stesso, un manifesto contro l’ingiustizia e la discriminazione, e un invito a rivendicare con orgoglio la pluralità degli individui che compongono la società. Il Matera Pride è da sempre il Pride della Comunità, un Pride di e per TUTTI.

Il coordinamento ha redatto il Manifesto Politico LGBTQIA+ in cui vengono esaminati nel dettaglio i principali obiettivi da raggiungere, le aree tematiche mentre una parte del documento è riservata alle proposte e alle rivendicazioni.

Ci raccontate brevemente il percorso della parata?

  • Raduno ore 17 circa presso il quartiere di Villalongo – Stazione FAL di Via Nazionale
  • Partenza prevista alle ore 17.30 circa dalla Stazione FAL di Via Nazionale, percorrendo le vie principali della Città:
  • Via Nazionale, Via Annunziatella, Via Lucana, Via Roma con arrivo in Piazza Matteotti (arrivo previsto intorno alle 21).
  • Durante la parata si alterneranno gli interventi degli ospiti, DJ set e Drag Show.

Quali interventi a voce sono previsti sul palco dopo la parata?

  • Vladimir Luxuria – Madrina

  • Alessia Crocini – presidente famiglie arcobaleno

  • Angelo Schillaci – professore universitario dell’Università La Sapienza, giurista e scrittore

  • Fabio Mancini – Testimonial, modello di Armani

  • Melancholia – band che ha partecipato ad X-Factor 2020 con Manuel Agnelli + Guastafeste Dj Set

  • Drag queen: Sorelle Pompadur, Bloody Mary e De Vil Queen

  • ed un intervento a sorpresa non ancora svelato!

Gli interventi si alterneranno dal carro durante la parata e all’arrivo sempre dal carro. Gadget a sorpresa colorata ad omaggiare il corteo realizzata dal progetto Made in Carcere.

Quali sono le associazioni e i soggetti che hanno organizzato il Pride?

  • Agedo Matera – associazione capofila
  • Matera Rumore – associazione organizzatrice
  • Risvolta Matera – associazione organizzatrice
  • più un gran numero di volontari freelance anche di altre associazioni e movimenti locali tra cui Friday For Future e Basilicata Link

Che messaggio volete mandare alla politica nazionale?

La nostra comunità non si piega a non si piegherà mai alle continue vessazioni. Siamo Forti e siamo orgoglies3 di quello che siamo e rivendichiamo il nostro diritto ad esistere e ad amare, e soprattutto rivendichiamo i pari diritti civili a 360 gradi.

Ci sono altre cose che vorreste dire sul Matera Pride e sul vostro territorio?

Il Matera Pride è “solo” l’atto finale di un lungo percorso di integrazione e supporto alla comunità LGBTQIA+ locale e no che ci auguriamo possa diventare sempre più radicato nel contesto sociale.

Le associazioni tutte si impegnano e continueranno ad impegnarsi per la costruzione di una società inclusiva, equa e non discriminante, orientata all’educazione e al superamento degli stereotipi dannosi per molti aspetti sociali e culturali.

Invitiamo tutti, tutte e tutt* a sfilare con noi, ed allearsi per alzare la voce e portare in alto i nostri stessi ideali.

EGADI PRIDE || SALENTO PRIDE || NAPOLI PRIDE || REMILIA PRIDE || UMBRIA PRIDE || LAGUNA PRIDE || ABRUZZO PRIDE || SARDEGNA PRIDE || CATANIA PRIDE || PARMA PRIDE || MANTOVA PRIDE || LA SPEZIA PRIDE || BERGAMO PRIDE || VARESE PRIDE || BARI PRIDE || MARCHE PRIDE || LECCO PRIDE || CUNEO PRIDE || FVG PRIDE || FOGGIA PRIDE || LIGURIA PRIDE || PAVIA PRIDE || PIACENZA PRIDE || NOVARA PRIDE ||

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24

Continua a leggere

Malika Ayane madrina del Napoli Pride 2024: "Profondamente orgogliosa" - Malika Ayane - Gay.it

Malika Ayane madrina del Napoli Pride 2024: “Profondamente orgogliosa”

News - Redazione 23.4.24
terni pride 25 maggio 2024

Transfem Terni Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 21.2.24
umbria pride 2024, il 1 giugno a Perugia

Umbria Pride 2024: a Perugia il 1° Giugno

News - Redazione 10.2.24
milano pride percorso, orari, programma, accessibilità

Milano Pride 2024: dettagli del percorso, orari del corteo e accessibilità

News - Redazione 7.6.24
marche pride 2024, sabato 22 giugno ad ancona

Marche Pride 2024: sabato 22 giugno ad Ancona

News - Redazione 6.3.24
torino pride

Torino Pride 2024: il 15 giugno

News - Redazione 11.4.24
resoconto parma pride 2024

In 5000 al Parma Pride: “La Costituzione non può essere carta straccia”

News - Gio Arcuri 21.5.24
Cuneo Pride 2024: sabato 1° giugno - cuneopride 1 1 - Gay.it

Cuneo Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 28.4.24