Gardaland, licenziato il manager che chiamava “principessa” il dipendente gay

Anche il tribunale ha confermato il licenziamento per giusta causa parlando di "un’offesa alla dignità personale e all’orientamento sessuale".

ascolta:
0:00
-
0:00
Gardaland, licenziato il manager che chiamava "principessa" il dipendente gay - Gardaland - Gay.it
3 min. di lettura

Deriso ripetutamente davanti ai clienti e agli altri colleghi, perché omosessuale. È una brutta storia di omofobia quella in arrivo da Gardaland, con un manager licenziato in tronco dal parco di divertimenti per aver dato della “principessa” al cassiere dichiaratamente omosessuale. Un licenziamento per giusta causa ora confermato anche dal Tribunale civile di Verona, che ha rigettato il ricorso dell’ormai ex manager, come riportato dal Corriere Veneto.

Io ero alla cassa, era inizio servizio, la gente stava entrando in quel momento“, ha raccontato la vittima. “Mentre stavo alla cassa, arriva E. che mi portava gli scontrini con i soldi, io dovevo dare il resto delle bevande extra e mi dice allungandomi uno scontrino coi soldi “tieni principessa”…Io mi giro di istinto a guardarlo e vedo che c’è il manager che guardando E. muove le mani in modo femminile, per prendermi in giro, facendo una risatina e ripetendo la parola “principessa” per poi girarsi verso di me dicendomi “vai avanti a fare il tuo lavoro, muoviti”. Tutto questo davanti ai clienti che stavano entrando e che avevano assistito alla scena“.

Il cassiere, che si sarebbe sentito dare anche del “ricchi*ne”, ha provato a ricordare ai colleghi come anche lui avesse un nome, per poi sentirsi rispondere “fai il tuo lavoro, veloce, muoviti“.

Le accuse del 37enne sono state confermate dagli altri dipendenti tranne uno, che è stato condannato a due anni di reclusione con la condizionale per falsa testimonianza. Questo perché E. aveva negato di aver mai sentito epiteti omofobi ai danni del 37enne. Peccato che quelle “pesanti allusioni sessuali” siano poi state tutte confermate dagli altri dipendenti presenti in sala. Lo stesso cameriere condannato per falsa testimonianza avrebbe più volte denigrato a parole e irriso a gesti il cassiere.

La giudice Paola Vacca è stata netta, parlando di “un’offesa alla dignità personale e all’orientamento sessuale“. La direzione del parco divertimenti si è subito attivata, una volta registata la denuncia del cassiere, per reprimere “tali gravi e intollerabili comportamenti discriminatori”. Il cameriere E. è stato sospeso, per poi andarsene di sua spontanea volontà, mentre il manager è stato licenziato in tronco. Gardaland ha parlato di “inammissibili atti di derisione” nei confronti del collega omosessuale, “non rispettandone la dignità e la condizione sessuale, in spregio dei principi di uguaglianza, diversità e trattamento imparziale abbracciati da questa Società“.

Nell’Italia del Governo Meloni e del generale Vannacci l’omobitransfobia è esplosa in una lunga estate segnata da aggressioni e minacce, da nord  a sud.

Gli insulti e le minacce di morte alla coppia gay mano nella mano in riva al Po, il cartello elettorale omofobo a Teramo, il pestaggio da parte della polizia ai danni della donna trans Bruna a Milano, gli insulti sulla porta di casa a Bitonto, la rissa sfiorata per un bacio gay a Pesaro, gli indicibili insulti omofobi in stazione a Pavia ai danni di una coppia di ragazzi, i due ragazzi gay derisi e insultati sul bus dal branco omofobo a Bologna, il rifiuto di gay in palestra in Val d’Aosta, la coppia gay perseguitata da baby gang omofoba a Bologna, gli insulti e il pestaggio dopo il Pride a Palermo, l’estrema destra infiltrata all’Abruzzo Pride, l’attivista LGBTQIA+ preso a calci a Roma, la coppia gay alla quale è stato rifiutato l’affitto di una casa a Milano, l’orecchio tagliato a Torino, i minorenni che hanno aggredito un 22enne, l’auto distrutta e le minacce omofobe di Piacenza, la drag queen Maxima Jones insultata e derubata a Prato, la sassaiola omofoba contro tre ragazzi a Bari, la coppia di migranti gay africani che non riesce a trovare casa in affitto a Verona, gli insulti omofobi in pieno centro a Roma in una salumeria, il 35enne preso a pugni e schiaffi a Pescara, la ragazza lesbica presa a pugni e a schiaffi, le scritte shock a Salerno, il manifesto funebre imbrattato a Pinarolo, gli insulti e le bottiglie al ragazzo di Firenze, il diciottenne di Bagno a Ripoli aggredito, il 20enne minacciato di morte dal padre a Foggia, la donna trans aggredita a Pavia,  le botte e gli insulti ad una ragazza lesbica in Molise.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

L’ONU contro le leggi anti-LGBTQIA+ degli Stati Uniti: “Violano gli accordi sui diritti umani”

News - Redazione 16.11.23
arcobaleno rainbow

Treviso, marmista licenziato perché gay fa causa all’azienda

News - Francesca Di Feo 29.11.23
telefono Insulti froci checche scarti omofobia roma gay help line

“Fr*ci di m*rda, scarto della società”: a Roma insulti a coppia gay dopo la disdetta di una prenotazione

News - Redazione Milano 19.10.23
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
pavia aggressione trans

Pavia, donna trans aggredita in stazione. Presa a pugni al grido “fr**io ti ammazzo”

News - Redazione 26.9.23
Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
studenti musulmani LGBTIQ

200 studenti musulmani lasciano la scuola per protesta contro personaggi LGBTQI+ sui libri

News - Francesca Di Feo 17.10.23