Linguaggio queer contemporaneo: i termini più usati dalla comunità LGBTQIA+

Frociarola, checca, ma anche attivo, passivo e così via: ecco il dizionario italiano completo dello slang LGBTQ+

93 min. di lettura
slang lgbt, dizionario queer
256 / 407

Movimento omofilo

Con la definizione di “Movimento omofilo” si indica la fase del movimento di liberazione omosessuale che va, grosso modo, dalla seconda guerra mondiale fino ai moti di Stonewall e alla conseguente nascita del movimento gay, nel 1969.

Il nome deriva dalla preferenza accordata dalle organizzazioni omosessuali di questo periodo per il neologismo “omofilia” al posto di “omosessualità”, a loro parere connotato troppo negativamente per la presenza al suo interno del termine “sessualità”. Per questo preferirono sostituire il termine greco φιλία (filìa), che indica l’amore fraterno e asessuato, a quello latino sexualitas, per cercare di dare di sé un’immagine meno scioccante e più accettabile da parte della società perbenista.

Ovviamente il tentativo di promuovere la liberazione sessuale nascondendo il suo elemento più rilevante, la sessualità, era come minimo contraddittorio, come avrebbe dimostrato lo sviluppo successivo. Ciò non toglie che il movimento gay, che nelle sue prime fasi condannò il movimento omofilo come una banda di perbenisti, sbagliò nella sua condanna acritica di questa fase. Infatti, se il movimento omofilo fallì quasi ovunque nell’ottenere quanto chiedeva (principalmente l’abrogazione delle leggi antiomosessuali), esso svolse anche un’azione di preparazione, educazione, coordinamento, “coscientizzazione”, acculturazione, senza le quali non si spiegherebbe l’improvvisa nascita contemporanea in tutto il mondo del movimento gay, nel giro di pochi mesi.

La differenza fondamentale tra il movimento omofilo e quello gay fu che il primo chiedeva l’integrazione degli “omofili” nella società così come essa era, mentre il movimento gay chiese il cambiamento della società in modo tale da poter integrare anche coloro che erano giudicati “marginali” .

La nascita del movimento gay ha portato allo scioglimento di una buona parte dei gruppi del movimento omofilo (soprattutto negli Usa), mentre il resto ha aderito, magari dopo esitazioni, al movimento gay, come è accaduto in varie nazioni europee quali l’Olanda o le nazioni scandinave (che vantano per questa ragione alcune delle più vecchie associazioni gay del mondo).

In Scandinavia “homofil” è tuttora un termine colloquiale normalmente usato per indicare la persona omosessuale. In alcuni casi, come il Regno Unito e gli stessi Usa, vecchie sigle di movimenti “omofili” diffusi un tempo su scala nazionale soppravvivono ancora oggi, ma si tratta ormai di realtà di ambito locale (in genere in un’unica città), spesso convertite a un’azione più di tipo culturale che politico.

L’Italia, anche a causa del fascismo, nonostante gli sforzi pionieristici di Aldo Mieli non conobbe mai un movimento di liberazione omosessuale prima della seconda guerra mondiale. Non solo: dopo la caduta del fascismo il pesante clima culturale creato dalla guerra fredda e dalla polarizzazione (sentita in modo particolare in Italia) fra moralismo cattolico e moralismo comunista non permise la nascita di un movimento omofilo italiano. Il tentativo compiuto verso il 1954 dal conte e teosofo Bernardino del Boca, dopo aver contattato i gruppi svizzeri, olandesi e francesi, fallì per mancanza di adesioni.

Per questo motivo in Italia il movimento di liberazione omosessuale ha inizio (nel 1971) solo con il movimento gay vero e proprio.

Per scoprire di più sulla storia del movimento LGBTQIA+ italiano, dagli albori ad oggi, ti invitiamo all’ascolto del podcast “Le radici dell’Orgoglio”, disponibile su tutte le piattaforme di streaming audio, tra cui Spotify. 

256 / 407
Indice
2
4
A/P
6
12
13
29
32
37
39
43
44
45
47
50
52
57
Bue
61
62
63
68
74
78
79
80
81
83
85
86
100
101
104
106
Cub
109
112
113
Cut
114
115
117
124
125
127
129
130
132
133
134
135
138
151
152
153
Fab
154
155
158
159
163
165
167
168
171
174
176
180
182
183
184
Gay
185
188
197
200
202
205
208
212
216
217
218
220
222
225
226
227
229
230
232
233
235
237
239
240
241
244
247
248
253
MIT
254
258
MST
260
262
266
268
Omo
270
272
279
281
282
283
284
286
289
290
291
294
302
306
307
309
310
316
317
318
319
321
322
323
324
330
332
334
337
338
340
342
343
344
345
346
347
349
350
353
354
360
361
362
363
364
366
368
370
372
373
378
381
393
396
398
402
403
405
406
407
Zia

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

I nostri contenuti sono diversi

Guglielmo Giannotta Eugenia Roccella corpo delle donne patriarcato identità di genere stereotipi di genere studi di genere

L’ignoranza di Roccella, il corpo delle donne come causa delle violenze: la risposta di Guglielmo Giannotta

News - Redazione Milano 27.11.23
Sam Smith

La destra se la prende di nuovo con Sam Smith (e i Teletubbies)

News - Redazione Milano 14.9.23
@vanityfair

Bad Bunny risponde alle accuse di queerbaiting: “Anche io ho ricevuto commenti omofobi’

Culture - Redazione Milano 15.9.23
a-che-eta-scopriamo-di-essere-lgbtqia

A che età scopriamo di essere LGBTQIA+? Facciamo il punto

Corpi - Francesca Di Feo 19.10.23
@elodie

Elodie si spoglia e scatta la polemica: siamo ancora a questo punto?

Culture - Redazione Milano 25.9.23
Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
coming out frasi famose

Coming Out: le parole di 10 persone famose

News - Angelo Rosa 11.10.23
valerie notari gamer girl

Gaming, fluidità e liberazione: intervista a Valerie Notari autrice di “Gamer girl”

Culture - Federico Colombo 20.11.23